Intorno ad Aline, raccolti in un giorno 16mila euro per la ricerca contro il cancro infantile

Intorno ad Aline, raccolti in un giorno 16mila euro per la ricerca contro il cancro infantile
Intorno ad Aline, raccolti in un giorno 16mila euro per la ricerca contro il cancro infantile
-

Quando arriva il momento dei bilanci, non è solo sul viso della piccola Aline che appare un grande sorriso. La sua famiglia, i volontari, i partner, tutti hanno appena appreso, con soddisfazione, della somma raccolta durante la giornata di solidarietà organizzata 10 giorni fa nel villaggio di Lachelle (Oise). Sono stati raccolti poco più di 16mila euro, che saranno interamente devoluti alla ricerca contro i tumori pediatrici.

“È un po’ pazzesco”, sorridono Marianne e Ludovic Brosset, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’associazione Aline per la lotta contro la leucemia. Ma ce l’abbiamo fatta, tutti insieme. ” Ancora. Questa metà maggio è la terza volta che i genitori di Aline, malata di leucemia in remissione, organizzano un evento del genere. Un’azione tra le altre che, in tre anni, ha permesso di raccogliere più di 200.000 euro di donazioni, interamente versate alle strutture mediche, all’Inserm e all’ospedale Robert-Debré.

Con l’aiuto di un centinaio di volontari, diverse corse di solidarietà hanno riunito più di 900 corridori – senza contare gli accompagnatori – in questo villaggio di Compiégnois di meno di 700 abitanti. Tante distanze e una corsa di colori per grandi e piccini, questi ultimi rimasti “i protagonisti” della giornata. “Adoro correre, quindi quando è per una buona causa, posso farlo anche due volte”, ride Mégane, felice di apprendere l’importo delle donazioni raccolte.

“Una festa per aiutare i bambini”

Il concerto che ha riunito i cantanti volontari dello spettacolo The Voice, tra cui alcuni residenti dell’Oise (Wahil, Beauvaisien o Jules Still, di Compiégnois), con Nour, vincitore 2022 in testa al cartellone, ha riunito più di un centinaio di spettatori.

“Quello che abbiamo apprezzato è che non c’era pathos, né discorsi pieni di lacrime, gli organizzatori hanno voluto fare di questa giornata una festa per aiutare i bambini e ha avuto molto successo”, sottolinea Pierre, che è venuto a correre con la sua famiglia e diversi colleghi. La presenza dei volontari vestiti da supereroi dell’associazione Cosplay Hospital 60 – che solitamente allietano le giornate dei bambini ricoverati – probabilmente non c’entra nulla.

Senza contare le aziende del settore che hanno preso parte alla partita, provenienti soprattutto dai siti di Ressons-sur-Matz e Longueil-Sainte-Marie, 150 dipendenti dell’azienda FM Logistic hanno preso parte alle varie gare. “Siamo riusciti a raccogliere più di 4.000 euro per l’associazione”, si è rallegrato Yoann Lecoq, direttore del sito, congratulandosi con i suoi colleghi. Stesse reazioni da parte di GRT Gaz, Chanel, Matra, CEFF e dell’agenzia Century 21 di Estrées-Saint-Denis.

La scena della Tigre nel settembre 2025

Da notare che la mobilitazione continua online, per chi lo desidera, con una gara virtuale. “Vogliamo mobilitare tutti, anche i più lontani”, insiste l’associazione. Fino al 13 giugno è ancora possibile portare con sé il pettorale e correre la distanza che si desidera. » Anche in questo caso, tutte le donazioni andranno alla ricerca. Come quelli raccolti l’anno prossimo, perché sì, la famiglia Brosset e i volontari di Aline nella lotta contro la leucemia non intendono fermarsi qui.

Gare di solidarietà nel 2025, ancora a maggio? Certamente. Un concerto ? Sì, ma forse su una scala diversa. “Stiamo incontrando persone che vogliono agire contro il cancro pediatrico”, dicono Marianne e Ludovic Brosset. Ma questa volta sarà sul palco del Tiger (Nota della redazione, la sala più grande della regione, a Margny-lès-Compiègne), nel settembre 2025. » Per cercare di ridurre ancora una volta la malattia.

-

PREV Cos’è successo in questo hotel di Anglet?
NEXT Live: risultati video delle prime pesate di UFC Vegas 93