a Parigi i fan aspettano Taylor Swift

-

“È il concerto dell’anno. » È l’una del pomeriggio a Parigi questo giovedì. Il concerto di Taylor Swift inizia tra nove ore, ma ci sono già migliaia di fan in fila per sperare di ottenere il miglior posto possibile. La star americana inizia il suo tour europeo a Parigi con quattro date consecutive, tutte esaurite, prima di due date a Lione all’inizio di giugno.

Théo, 24 anni, è arrivato la sera prima e ha dormito lì “per essere il più vicino possibile al palco”. “Ho un pacchetto VIP che mi permette di arrivare prima di tutti ma quando ho visto che la gente era già accampata davanti, sono arrivato prima per ottimizzare. Ho dormito qui in tenda con una coperta e una bottiglia d’acqua”, spiega. Dopo 22 ore di attesa, potrà finalmente entrare nello stadio indoor La Défense Arena… prima di rimettersi in fila domani. Perché Théo ha preso i biglietti per sette concerti della star: quattro a Parigi, due a Lione e uno a Londra per un totale di “3.000 euro”.


Arnaud, 21 anni, non ha dormito qui ma è arrivato molto presto questa mattina, alle 8. Non si aspettava di vedere così tanta gente. “Mi ha stressato un po’ perché vorrei vederla molto, molto vicina o addirittura accanto a me e questo non sarà possibile”, si rammarica. Ha comunque stretto amicizia con altri tifosi, come Nina e Juliette, che sono arrivate anche loro alle 8,30 “per poter stare davanti alle transenne e avere una buona visuale”. “È successo più velocemente di quanto immaginassimo, c’era una bella atmosfera, ci siamo scambiati i braccialetti”, raccontano i due 17enni di Nizza.

Nina e Juliette sono venute da Nizza per assistere al concerto del loro idolo. Foto EBRA/Cyrielle Thevenin

Nina e Juliette sono venute da Nizza per assistere al concerto del loro idolo. Foto EBRA/Cyrielle Thevenin

Braccialetti dell’amicizia e abiti speciali

In coda l’atmosfera è bonaria. I fan si scambiano braccialetti dell’amicizia, realizzati da loro stessi con perline e lettere. “Si parte da una canzone, Sei da solo, ragazzo. Tutti i velocisti [les fans de la star, NDLR] hanno deciso di realizzare dei braccialetti e di scambiarli”, spiega Luna, 18 anni, che ne ha preparati venti per l’occasione. “È un segno d’amore tra tutta la comunità”, dice la sua amica Lily, 21 anni.

Tiana, 24 anni, ne ha fatte 52 per il concerto. “Ho iniziato quando sono andato a vedere il suo film l’anno scorso. Verso la fine ho impiegato 30 minuti per braccialetto ma all’inizio era di più. Aspettavo di poterli scambiare perché lo trovo divertente e mi piace molto”, dice la giovane, che pensa addirittura di tornare domani sul piazzale del concerto “per cantare insieme”. È venuta da sola da Montpellier per il concerto ma si è unita alle persone “trovate su Instagram e TikTok”.

I tifosi si scambiano i braccialetti dell'amicizia. Foto EBRA/Cyrielle Thevenin

I tifosi si scambiano i braccialetti dell’amicizia. Foto EBRA/Cyrielle Thevenin

Inoltre non è l’unico. Emma, ​​27 anni, e Anaïs, 29 anni, non si erano mai viste prima di ritrovarsi in fila per il concerto. “Sono venuta da sola, ho messo una parola su un gruppo di fan di Facebook per trovare persone e lei mi ha risposto”, spiega Anaïs. “È così bello, è davvero un base di tifosi incredibile”, sorride Emma, ​​vestita tutta di rosa, con tutù e paillettes, in riferimento all’album “Lover”. Questa è un’altra usanza ai concerti di Taylor Swift: i fan si vestono in riferimento a una canzone o a un album della star. “È il concerto dove puoi venire come vuoi, come sogni. Possiamo venire come una ragazzina in pigiama, come una femme fatale in abito da sera…”, elenca Valentine, 25 anni. Ha optato, insieme ai suoi tre cugini, per i pantaloni del pigiama e una maglietta che Taylor Swift “aveva in uno dei suoi video musicali tanto tempo fa”, con il testo di una canzone sul retro.

Valentine e le cuginette sono arrivate “in pigiama”. Foto EBRA/Cyrielle Thevenin

Valentine e le cuginette sono arrivate “in pigiama”. Foto EBRA/Cyrielle Thevenin

Un’ora di attesa per il merchandising

“Credo che sia l’unica artista in cui si respira un’atmosfera così familiare”, riassume Emmy, 17 anni. È venuta accompagnata dalla sua amica Maïa, di 17 anni, e da sua madre, Stéphanie, di Vienne. “Facciamo un viaggio di andata e ritorno in giornata, ripartiamo subito dopo il concerto. Lo farò solo una volta nella vita, è un sogno per le ragazze e lei è la più grande artista americana, quindi vale un giorno della nostra vita di attesa”, stima Stéphanie, che però trova il tempo un po’ lungo sotto sole.

Hanno rinunciato a fare la fila per lo stand merchandising, dove i fan possono acquistare felpe, t-shirt, borse o poster con la star. All’inizio del pomeriggio è stata necessaria l’attesa per più di un’ora per poter accedere allo stand. Asya e Sarah, 17 anni, sono venute proprio per questo, prima di assistere al concerto di venerdì sera. “Sono andato a prendere un maglione, una borsa e un poster. Li useremo sicuramente per il concerto, almeno la borsa. All’inizio ero titubante se comprare il maglione, poi mi sono detta “prendilo, altrimenti te ne pentirai”, dice Asya.


In attesa dell’ultimo album

“È blu, la sensazione che provo ed è ooh, whoa, è un’estate crudele “. Più avanti nella fila, un gruppo di americani canta la canzone a squarciagola. Estate crudele. Molti di loro sono venuti dall’altra parte dell’Atlantico per vedere la loro stella preferita. “La mia sorellina la adora e anch’io la amo, è una brava artista. I posti a Parigi sono molto più economici che negli Stati Uniti, anche se il costo dei trasporti non è lo stesso», ride Claire, venuta per l’occasione dallo stato della Virginia.

Molti fan sperano che Taylor Swift sorprenda integrando il suo ultimo album, Il Dipartimento dei Poeti Torturati, uscito a metà aprile, in occasione del concerto di questa prima data europea. “Cambia il suo concerto ovunque vada, questo è ciò che è impressionante. Sta facendo il suo tour, sta pubblicando un nuovo album e non sai mai cosa aspettarti, c’è eccitazione per questo. Ancora non mi rendo conto che la vedrò”, dice Luna. Loane, 17 anni, è fiducioso: “So che comunque ci divertiremo e che sarà bellissimo”.

-

PREV Insulti, minacce, dimissioni seriali… cosa succede nell’ufficio della portavoce del governo Prisca Thévenot?
NEXT La casa del drago stagione 2: data di uscita, dove vedere la serie in Francia, trama… Tutto quello che sappiamo