Niger: miniere d’oro chiuse temporaneamente dopo strane morti di animali

Niger: miniere d’oro chiuse temporaneamente dopo strane morti di animali
Niger: miniere d’oro chiuse temporaneamente dopo strane morti di animali
-
© Koaci.com – Lunedì 6 maggio 2024 – 16:48

Diverse miniere d’oro sono state temporaneamente chiuse a causa di una serie di morti di animali, hanno riferito fonti locali.

La morte di molti animali in Niger ha portato alla chiusura temporanea di diverse miniere d’oro nel deserto settentrionale del Niger.

Secondo gli allevatori, gli animali sono morti dopo aver bevuto l’acqua rilasciata dalla società cinese di estrazione dell’oro Sahara SARL.

“I nostri animali (capre, pecore e cammelli) hanno cominciato a morire senza motivo apparente. Abbiamo registrato 24 morti in due giorni e alla fine di aprile ci siamo finalmente resi conto che la strage era stata causata dai prodotti nocivi contenuti nell’acqua dell’acqua. mine rilasciate in natura”, ha spiegato Youssaf Houssa, il capo di Tamannit, uno dei villaggi colpiti.

Dopo l’indagine, il Ministero nigeriano di Miosa ha ordinato la chiusura temporanea di almeno quattro siti minerari.

Secondo il quotidiano privato Aïr Info, pubblicato ad Agadez (nord), un rapporto ufficiale conferma che il disastro è stato causato da “prodotti chimici” utilizzati nelle miniere e che “rappresentano una grave minaccia per la fauna e le falde acquifere”.

Da notare che le ONG accusano spesso la società francese Orano (ex Areva), che produce uranio da più di 40 anni, di inquinare l’ambiente animale già molto ostile e di provocare radioattività nella regione di Arlit (nord).

-

PREV Morte dell’agente di polizia Boubacar Djiba, un angolo della viola alzato su…
NEXT Morte del direttore del CAM Roland de Rechniewski