Bimbo di 4 mesi ricoverato in ospedale dopo aver bevuto accidentalmente vino!

Bimbo di 4 mesi ricoverato in ospedale dopo aver bevuto accidentalmente vino!
Bimbo di 4 mesi ricoverato in ospedale dopo aver bevuto accidentalmente vino!
-

Un bambino di 4 mesi è stato ricoverato in ospedale nel Sud Italia con sintomi di coma alcolico. I fatti sono stati riportati in un articolo del quotidiano italiano La Repubblicaavvistato da Il parigino. In questione quello che sembra essere un errore da parte della nonna del bambino. Preparò la sua bottiglia con vino bianco al posto dell’acqua, per diluire il latte in polvere.

Un neonato in coma alcolico

Il neonato è stato portato dalla nonna all’ospedale Perrino di Brindisi (Puglia) dove è stato curato in pediatria per un grave avvelenamento. Secondo le informazioni riportate dal quotidiano italiano si sarebbe trattato di un incidente domestico.

Il bambino avrebbe assorbito parte del preparato prima di rifiutarsi di continuare a bere. Lunedì 29 aprile la piccola è stata sottoposta a lavanda gastrica prima di essere intubata e trasferita in terapia intensiva all’ospedale pediatrico di Bari. Le sue condizioni erano allora stabili ma, a soli 4 mesi, la prognosi resta riservata.

Avvelenamenti, seconda causa di incidenti domestici tra i bambini

Nei bambini, l’avvelenamento è la seconda causa di incidenti quotidiani dopo i traumi, rileva il sito Ameli.fr. E ilalcolalcol è estremamente dannoso per loro. “Un sorso di ‘Grand Marnier’, ad esempio, può già essere causa di intossicazione da alcol in un bambino di 10 chili”, illustra il centro antiveleni belga. Il peso medio di un bambino di 4 mesi è di soli 6 o 7 chili.

La gravità dell’intossicazione dipenderà dall’età e dal peso del bambino, dalla quantità di alcol ingerita e dal contenuto alcolico della bevanda. Se l’avvelenamento sarà accertato, la piccola vittima dovrà essere ricoverata in ospedale.

“L’alcol passa attraversoesofagoesofagostomaco eintestino tenueintestino tenue e arriva nel sangue. Colpisce diverse parti del corpo, come ad es cervellocervelloche provoca una sensazione di ‘galleggiante'”, continua il centro antiveleni.

Il rischio di conseguenze neurologiche

Secondo una nota del 2007 della Società francese di medicina d’urgenza, “Nei bambini sono particolarmente temibili tre complicazioni:acidosiacidosi metabolica e ipotermia sono comuni e correlate all’etanolomia; l’ipoglicemiaipoglicemia è raro. Ma “C’è da temere che i bambini digiunino” e può allora “addestrare a comacomadelle convulsioniconvulsioni E effetti postumieffetti postumi neurologico”. Oggi sappiamo infatti che l’alcol ha un effetto deleterio sullo sviluppo del cervello fino al completamento della sua maturazione, alla fine dell’adolescenza. Il danno potrebbe essere irreversibile.

Sapere

Per l’avvelenamento moderato in un bambino piccolo, si consiglia di dargli da tre a quattro bicchieri zuccherizuccheri diluito in mezzo bicchiere d’acqua e monitorare la comparsa di segni di intossicazione o sonnolenzasonnolenza.

-

PREV Fatti vari: infortuni sul lavoro e incidenti stradali
NEXT Omicidio in una pensione: foto che evocano la violenza dell’aggressione