L’incredibile visita a Montreal di Toro Seduto e Buffalo Bill in tournée con lo spettacolo “Buffalo Bill’s Wild West”

-

Le guerre indigene della fine del XIX secoloe secolo negli Stati Uniti hanno segnato la storia in molti modi.

Evidenziano non solo una politica di colonizzazione dannosa da parte delle autorità americane dell’epoca, ma anche una mancanza di comprensione e un fascino per lo stile di vita delle popolazioni indigene dell’Ovest americano sia in Nord America che in Europa. Se c’è un personaggio inseparabile dalla resistenza alle politiche di riserva delle tribù indigene dell’epoca, questo è Toro Seduto. Uno chef così popolare che è venuto perfino a Montreal con il grande spettacolo di Buffalo Bill…

Bufalo Bill

Wikimedia Commons / Pubblico dominio

Colonizzazione americana che destabilizza il modo di vivere delle popolazioni indigene

La storia di Toro Seduto è innanzitutto inseparabile da quella della colonizzazione dell’Ovest americano a partire dal 1830. In questo periodo si verificò un aumento significativo della popolazione americana, che aveva bisogno di terreni agricoli e che mostra un crescente interesse per essi -chiamate Pianure Settentrionali, considerate ideali per l’agricoltura. Tuttavia queste terre sono abitate dai Sioux, dai Piedi Neri e dai Cheyenne. Tra il 1830 e il 1860, il territorio degli Stati Uniti quasi raddoppiò le sue dimensioni, ulteriormente favorito dall’inizio della corsa all’oro in California a partire dal 1849.

Questo massiccio arrivo di bianchi sulle terre occupate dalle popolazioni indigene causò, tra l’altro, la concorrenza per i bisonti (le popolazioni indigene utilizzavano tutto l’animale cacciato, mentre gli americani dell’epoca lo cacciavano principalmente per la pelliccia). I conflitti sono quindi inevitabili e portano a guerre spesso sanguinose.

Un leader simbolo della resistenza alle riserve

Furono firmati trattati e accordi per cercare di calmare la situazione, ma diversi leader indigeni rifiutarono di collaborare e soprattutto rifiutarono di confinarsi nelle riserve. È il caso del leader dei Lakota-Sioux, Tatanka Yotanka, meglio conosciuto come Toro Seduto. Il 31 gennaio 1876, lui e i suoi colleghi ricevettero un ordine dal capo degli Affari indiani che stabiliva che tutti i Lakota che si fossero rifiutati di entrare nelle riserve sarebbero stati considerati ostili… Toro Seduto e altri leader come Cavallo Pazzo si rifiutarono di collaborare, il che risultò nell’invio di distaccamenti armati nei loro territori e in numerose scaramucce. La scoperta dell’oro nel Dakota nel 1874 non fece altro che peggiorare la situazione.

Il 25 e 26 giugno 1874, le truppe del generale americano George Armstrong Custer affrontarono quelle di diversi clan in una sanguinosa battaglia conosciuta come la battaglia di Little Bighorn, che ebbe luogo nel Montana. I guerrieri nativi, guidati tra gli altri da Toro Seduto, vinsero e Custer e il suo reggimento furono uccisi. Toro Seduto divenne poi una leggenda.


Generale George Armstrong Custer

Wikimedia Commons / Pubblico dominio


Toro Seduto, di DF Barry, 1883 circa

Litografia della battaglia di Little Bighorn

Wikimedia Commons / Charles Marion Russell / Pubblico dominio

Un leader molto popolare in esilio

Dopo questi eventi, le reazioni furono molto forti negli Stati Uniti, e Toro Seduto e il suo clan trovarono rifugio in Manitoba per 4 anni. Ma le condizioni di vita erano terribilmente difficili e lui e 186 membri del suo clan tornarono negli Stati Uniti e accettarono di vivere in una riserva. Toro Seduto è molto amato in Canada, la sua reputazione di guerriero e il suo aspetto dignitoso lo rendono addirittura una star. Nel 1884, le autorità americane accettarono di permettergli di andare in tournée con il popolarissimo spettacolo di Buffalo Bill, intitolato The Il selvaggio West di Buffalo Bill.


Toro Seduto, di DF Barry, 1883 circa

Toro Seduto e Buffalo Bill

Barry, D.F. (David Francis) / Biblioteca del Congresso / Pubblico dominio

Toro Seduto viaggia poi in tutta l’America. Viene pagato $ 15 a settimana e addebita $ 1 per le fotografie. Arrivò a Montreal nel 1885, dove era una vera star! Inoltre, una delle sue fotografie più famose è stata scattata nel grande studio di Montreal William Notman & Son. Queste fotografie sono tanto più importanti in quanto sono tra le ultime scattate al grande capo Sioux.

Quest’ultimo, infatti, fu assassinato il 15 dicembre 1890 nella sua riserva di Standing Rock nel South Dakota, dopo un evento alquanto confuso che fece temere le truppe americane. Le fotografie di William Nortman & Son fissano per sempre la sua immagine di grande chef.


Toro Seduto, di DF Barry, 1883 circa

William Notman & Son, Toro Seduto, Montreal, 1885, Piatto di gelatina secca, 17 x 12 cm, McCord Museum

-

PREV Nonostante le proteste, Miraoui “snobba” gli studenti fissando le date degli esami
NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey