Trump dice che chiuderà l’ufficio per la prevenzione della pandemia

Trump dice che chiuderà l’ufficio per la prevenzione della pandemia
Trump dice che chiuderà l’ufficio per la prevenzione della pandemia
-

JMartedì la campagna presidenziale di Biden ha criticato Donald Trump per aver affermato che, se eletto, chiuderebbe un ufficio alla Casa Bianca incaricato di garantire che il Paese sia meglio preparato alla prossima pandemia.

In un’intervista con TIME pubblicata martedì, Trump ha detto che scioglierà l’Ufficio per la politica di preparazione e risposta alla pandemia (OPPR), aperto la scorsa estate dopo che il Congresso ha approvato un disegno di legge nel 2022 con il sostegno bipartisan per imporne la creazione. Recentemente l’ufficio ha risposto a un’epidemia di influenza aviaria negli allevamenti da latte, coordinandosi con la Food and Drug Administration per garantire che il latte rimanesse sicuro da bere e collaborando con gli allevatori per contenere il virus.

Trump ha descritto l’ufficio al TIME come “un modo per distribuire carne di maiale” e ha affermato che una risposta pandemica efficace potrebbe essere mobilitata una volta che emerge un virus. “Penso che sia una buona cosa politicamente, ma penso che sia una soluzione molto costosa per qualcosa che non funzionerà. Devi muoverti rapidamente quando lo vedi accadere”, ha detto Trump al TIME.

La campagna di Biden ha paragonato i commenti di Trump alla sua risposta casuale alla pandemia di COVID-19 durante il suo ultimo anno in carica, quando affermò che il virus sarebbe scomparso “come un miracolo” e “se ne sarebbe andato senza un vaccino” e suggerì durante una conferenza alla Casa Bianca conferenza stampa secondo cui il virus potrebbe essere curato iniettando ai pazienti candeggina.

“La preparazione alla pandemia non è astratta per i milioni di americani che hanno perso una persona cara a causa della fallita risposta di Donald Trump al Covid-19”, ha affermato Kevin Munoz, portavoce senior della campagna ed ex portavoce della risposta al Covid-19 della Casa Bianca durante la conferenza stampa. inizio dell’amministrazione Biden. “Conosciamo fin troppo bene l’impatto dell’incapacità di Trump di guidare: un’economia nel caos, scuole chiuse e troppe vite americane perse inutilmente. Non possiamo permetterci di tornare indietro”.

Dopo essere entrato in carica nel 2017, Trump ha sciolto la direzione del Consiglio di sicurezza nazionale per la sicurezza sanitaria globale e la biodifesa. L’amministrazione Obama aveva istituito quella direzione dopo che l’epidemia di Ebola nel 2014 aveva messo in luce quanto gli Stati Uniti fossero impreparati di fronte a un’epidemia in rapida diffusione proveniente dall’estero. Senza tale ufficio, la Casa Bianca di Trump si è trovata a faticare per coordinare una risposta dopo che sono emersi i primi segnali che il virus COVID-19 si stava diffondendo in Cina. Biden ha ripristinato quella direzione con il suo primo ordine esecutivo.

Alla fine del 2022, il Congresso, cercando di aggiungere più risorse per prepararsi a future pandemie, ha approvato il PREVENT Pandemics Act, istituendo formalmente l’Ufficio per la politica di preparazione e risposta alle pandemie. L’ufficio è attualmente gestito dal Magg. gen. Paolo Friedrichs. La Casa Bianca di Biden ha richiesto 6,2 milioni di dollari per finanziare l’ufficio nell’anno fiscale 2025.

L’ufficio tiene gli americani pronti alle minacce biologiche e agli agenti patogeni, afferma il dottor Raj Panjabi, che in precedenza ha ricoperto il ruolo di massimo funzionario dell’NSC di Biden per i preparativi per la pandemia. La chiusura dell’OPPR “lascerebbe gli americani, come è successo nel 2020, profondamente impreparati a rispondere a una pandemia e correrebbe il rischio di portare allo stesso tipo di risposta caotica che tutti abbiamo visto con i corpi ammucchiati nei camion che dovevano essere convertiti”. negli obitori di New York City e, in definitiva, a una perdita di vite umane che è prevenibile ed evitabile”, afferma.

I commenti di Trump, aggiunge Panjabi, “dimostrano semplicemente che non prende sul serio la questione adesso, il che è assolutamente assurdo dopo che oltre un milione di americani hanno perso la vita a causa di ciò”.

Trump ha anche affermato nella sua intervista al TIME che le amministrazioni precedenti non si erano preparate meglio di lui per una pandemia.

“Non sto affatto incolpando le passate amministrazioni, perché, ancora una volta, nessuno se l’aspettava”, ha detto Trump. “Ma gli armadi erano spogli. Non avevamo camici, non avevamo maschere. Non avevamo occhiali, non avevamo medicine. Non avevamo ventilatori”.

È vero che quando Trump è entrato in carica, lo Strategic National Stockpile degli Stati Uniti, un insieme integrato di magazzini segreti controllati dal governo federale pieni di attrezzature mediche e protettive, era a corto di scorte. Questo perché il presidente Barack Obama ha utilizzato le risorse delle scorte per far fronte alle emergenze sanitarie pubbliche come l’influenza suina e l’epidemia di Ebola. Quando Obama ha cercato di ricostituire le scorte, i repubblicani del Tea Party hanno bloccato i nuovi finanziamenti. Nei suoi primi tre anni da presidente, Trump non ha mai tentato di ricostituire l’attrezzatura. Ciò si è rivelato costoso una volta scoppiata la pandemia. Nell’aprile 2020, il governo degli Stati Uniti aveva già distribuito il 90% delle sue forniture.

—CON LA RELAZIONE DI ERIC CORTELLESSA

-

PREV VIDEO. Forti piogge e allagamenti in Mosella: 1.000 le chiamate ricevute dai vigili del fuoco
NEXT La situazione è “stabilizzata” nella regione di Kharkiv, secondo Volodymyr Zelenskyj