David Bégu accetta una nuova sfida per il futuro valenciano

David Bégu accetta una nuova sfida per il futuro valenciano
David Bégu accetta una nuova sfida per il futuro valenciano
-

l’essenziale
Un nuovo allenatore si unisce alla squadra di rugby del Valence d’Agen (Tarn-et-Garonne). Questo è David Bégu. Ha parlato con il Dispaccio.

Se in campo per l’Avenir Valencian la stagione 2023-2024 è finita, dal lato dirigenziale si prepara la prossima che inizierà a settembre in un girone ancora sconosciuto. Lo avevamo già annunciato qualche settimana fa, lo staff della prima squadra subirà un cambiamento, con l’arrivo di un nuovo allenatore David Bégu che sarà responsabile dell’area a bordo campo e dell’analisi statistica delle prestazioni, succederà a Duncan Naude.

Nato nel piatto del rugby

L’abbiamo incontrato di recente quando è stato presentato al gruppo di giocatori questa settimana e il bernese ci ha parlato. Si è immerso nel rugby da giovanissimo, prima da giocatore, ha conosciuto diversi club, ma i suoi esordi sono stati fatti nel suo villaggio natale, nel cuore del Béarn, vicino a Orthez. Poi ha allenato il Saint-Paul-les-Dax nel girone A2, ricorda infatti di essere venuto a giocare allo stadio E.-Baylet con i compagni delle Landes, ma anche Mérignac nel girone B, Balma nel girone A2, Carcassonne e FCTT .

Passato da Castelsarrasin

Poi la fibra dell’allenamento si è insinuata in lui: “Ho iniziato a Villefranche-de-Lauragais allenando i Bélascains junior, avevo preso parecchi appunti dagli allenatori che avevo incontrato da giocatore e mi sono divertito molto a prendermi cura di lui. di questa squadra. Poi ho avuto un’offerta da Revel nella Federal 3, siamo passati alla Federal 2, poi sono partito per tre stagioni a Pamiers nella 1, ci siamo guadagnati il ​​diritto sportivo di passare alla National 2, ma abbiamo rifiutato per motivi finanziari . E così la scorsa stagione ero a Castelsarrasin. È andata bene, non avevamo tanti giocatori e ogni domenica avevamo tre o quattro giocatori che raddoppiavano. Ma eravamo un gruppo molto simpatico. »

Nuova sfida, livello più alto

Ed eccolo pronto per una nuova sfida ad alto livello in compagnia di un nuovo staff. “Sono una persona di progetto, conosco bene “Nico” Crubilé, abbiamo la stessa mentalità competitiva. Quello che vogliamo è lavorare per vincere, trasmettere ai giocatori tutta la nostra conoscenza e mostrare loro la strada giusta per vincere. Abbiamo già iniziato a lavorare, lavoriamo tanto entrambi e condivido i suoi stessi valori. Il progetto che mi ha proposto mi interessava continuare a crescere con tanta voglia in Nazionale 2, che è un buon livello. E per questo dovremo andare fino in fondo. Arrivo in un nuovo club con una vera identità rugbistica avendo giocato all’epoca nel girone A2, arrivo con molta determinazione. »

-

PREV OM: Da Zerbi all’azione, in preparazione una mossa da 30 ME
NEXT Un giocatore sta già preoccupando Roberto De Zerbi