Anello, collana, orecchini, orologi d’oro e diamanti… L’ex presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha tentato di rubare gioielli per un valore totale di 1,2 milioni di dollari

Anello, collana, orecchini, orologi d’oro e diamanti… L’ex presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha tentato di rubare gioielli per un valore totale di 1,2 milioni di dollari
Anello, collana, orecchini, orologi d’oro e diamanti… L’ex presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha tentato di rubare gioielli per un valore totale di 1,2 milioni di dollari
-

La settimana scorsa, la polizia federale ha raccomandato l’incriminazione di Bolsonaro e di altre 11 persone per associazione a delinquere, riciclaggio di denaro e appropriazione indebita, per eventi accaduti tra l’ottobre 2019 e la fine del mandato del presidente di estrema destra nel 2022.

Jair Bolsonaro, che denuncia la pletora di indagini legali contro di lui “persecuzione”nega di aver commesso alcun reato nella gestione della gioielleria.

Lo ha affermato sul social network il suo avvocato, Paulo Cunha “non ha avuto alcuna influenza diretta o indiretta” sulla gestione degli omaggi ufficiali.

La decisione se destinare una donazione al patrimonio pubblico o al presidente viene presa da una commissione, spiega Cunha. “Non ha mai avuto intenzione di sequestrare o trattenere per sé alcuna proprietà che potesse, in un modo o nell’altro, essere considerata pubblica.”ha detto l’avvocato.

Secondo la polizia ““Il gruppo indagato ha agito per sottrarre al tesoro pubblico brasiliano diversi doni preziosi ricevuti dall’ex presidente Jair Bolsonaro (…) durante i viaggi internazionali e donati da autorità straniere.”.

L’operazione mirava a vendere i gioielli all’estero “con l’obiettivo di favorire l’arricchimento illecito dell’ex presidente”indica l’indagine.

Alcuni pezzi sono stati venduti “e le somme ottenute venivano convertite in contanti ed entravano nel patrimonio personale dell’ex presidente (…) senza passare attraverso il sistema bancario formale”aggiunge il rapporto presentato alla Corte Suprema Federale (STF).

“Molte altre soluzioni”

Secondo quanto riferito, almeno 25.000 dollari sarebbero stati pagati a Jair Bolsonaro. Il valore dei regali “ammonta a un importo totale di 1,22 milioni di dollari”ha corretto la polizia, dopo aver inizialmente fornito una somma di 4,5 milioni.

Il campo di Bolsonaro ha approfittato di questa correzione per screditare il rapporto. “Aspettatevi molte altre correzioni. L’ultima sarà quella di dire che tutti i gioielli sono ‘usati in modo improprio'” sono nelle mani delle autorità, ha scritto l’ex presidente su X.

Il giudice Alexandre de Moraes della STF ha concesso 15 giorni alla procura per decidere se incriminare formalmente l’ex presidente.

La stampa brasiliana ha rivelato la vicenda nel marzo 2023, dopo che gli agenti fiscali hanno sequestrato i gioielli trovati nello zaino di un funzionario del governo Bolsonaro di ritorno da un viaggio ufficiale in Medio Oriente nel 2021.

Tra i doni figuravano un anello, una collana e degli orecchini della marca svizzera Chopard del valore di circa 828.000 dollari, nonché orologi Chopard e Rolex in oro e diamanti e altri gioielli, secondo il rapporto della polizia di quasi 500 pagine.

Dopo la scoperta del caso, i consiglieri di Bolsonaro hanno recuperato e restituito allo Stato alcuni degli oggetti venduti, precisa il rapporto.

Secondo la polizia federale, le somme ottenute dalla vendita dei gioielli “avrebbero potuto essere utilizzate per coprire le spese del signor Bolsonaro” negli Stati Uniti, dove rimase pochi mesi dopo il suo mandato.

-

PREV Il Marocco e l’AfDB firmano accordi per sostenere la nascita delle università digitali
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France