SENEGAL-AGRICOLTURA / Serigne Guèye Diop: ”Dobbiamo riposizionarci sul mercato globale degli anacardi” – Agenzia di stampa senegalese

-

Ziguinchor, 23 maggio (APS) – Il governo del Senegal intende riposizionare il Senegal sul mercato globale degli anacardi nei prossimi anni, sia come fornitore di frutta secca grezza che come fornitore di prodotti derivati ​​dagli anacardi, ha dichiarato giovedì a Ziguinchor (sud), il ministro dell’Industria e del Commercio, Serigne Guèye Diop.

”Attraverso il nostro Progetto per un Senegal sovrano, giusto e prospero, in particolare nel quadro del Piano di accelerazione industriale del Senegal, intendiamo, negli anni a venire, riposizionare il Senegal sul mercato globale degli anacardi, non più come fornitore di materie prime solo frutta secca, ma anche prodotti derivati ​​dagli anacardi”, ha spiegato.

Il Ministro dell’Industria e del Commercio ha presieduto una riunione dedicata alla campagna di commercializzazione degli anacardi, alla presenza del governatore di Ziguinchor, Mor Talla Tine.

All’incontro hanno preso parte operatori del settore degli anacardi e autorità amministrative.

”Al fine di rafforzare ulteriormente la valorizzazione industriale dell’anacardio e dei suoi prodotti derivati, il Ministero dell’Industria e del Commercio intende, in conformità con il nuovo quadro per lo sviluppo economico e sociale del Senegal, vale a dire il Progetto per un sovrano senegalese, giusto e prospero, promuovere lo sviluppo del tessuto industriale basato sulla trasformazione di ciò che produciamo e sulla promozione dei campioni industriali nazionali”, ha aggiunto Diop.

“Queste prospettive dichiarate devono essere accompagnate, in vista della loro realizzazione, da nuove politiche di sostegno, supervisione e regolamentazione della catena del valore dell’anacardio in Senegal”, ha sottolineato.

Serigne Guèye Diop afferma di voler incoraggiare il ritorno delle esportazioni di anacardi via mare dal porto di Ziguinchor, a partire da quest’anno.

”La misura che vieta l’esportazione di anacardi via terra è stata revocata eccezionalmente durante la campagna degli anacardi del 2022, a seguito di un contesto difficile, che ha causato l’indisponibilità delle navi portacontainer COSAMA (la Consorzio attività marittime senegalesi), il principale armatore del collegamento marittimo Ziguinchor-Dakar, ha ricordato il ministro.

“Per assistere gli esportatori e facilitare il trasporto via mare, il 7 marzo 2024 si è tenuto nei locali della governance un CRD (riunione amministrativa regionale) dedicato alla campagna degli anacardi 2024”, ha aggiunto.

Durante questo incontro, guidato dal governatore della regione di Ziguinchor, sono state prese diverse decisioni.

In questo rientra, secondo Serigne Guèye Diop, la concessione da parte dell’Agenzia nazionale degli affari marittimi di quattro autorizzazioni che consentono ai giocatori di “disporre di navi sufficienti per ridurre il divario di capacità di carico tanto criticato dagli esportatori”.

Gli esportatori hanno inoltre chiesto la messa in funzione dei servizi dell’amministrazione doganale, nonché il sistema informatico Gaïndé, per facilitare tutte le procedure di sdoganamento e il “potenziamento del porto” di Ziguinchor, per garantire il regolare svolgimento del commercio degli anacardi campagna di marketing per il 2024, a seguito della riabilitazione delle infrastrutture portuali.

MNF/BK/FSE

-

PREV “Qui circolano le idee, si creano legami…” Vibrac, il villaggio che resiste alla RN
NEXT I buoni risultati dell’estrema destra alle elezioni europee potrebbero avere effetti sul Canada