Rinnovata clausola di deroga per la legge sulla laicità | Il CAQ e il PQ formano il “campo nazionalista”, dice Legault

Rinnovata clausola di deroga per la legge sulla laicità | Il CAQ e il PQ formano il “campo nazionalista”, dice Legault
Rinnovata clausola di deroga per la legge sulla laicità | Il CAQ e il PQ formano il “campo nazionalista”, dice Legault
-

(Québec) La clausola di deroga alle Carte dei diritti è uno “strumento essenziale per preservare l’autonomia del Quebec”, ritiene il primo ministro François Legault, per il quale la Coalizione Avenir Québec e il Parti Québécois costituiscono allora il “campo nazionalista”. ‘Assemblea nazionale. Il Partito Liberale e il Québec solidaire sono dalla parte dell’“abbandono dei poteri del Quebec”.


Inserito alle 13:43

Lo ha dichiarato giovedì, poco dopo l’adozione da parte dell’Assemblea nazionale della legge che rinnova per un altro periodo di cinque anni questa clausola che tutela dalla persecuzione la legge sulla laicità dello Stato (legge 21).

Questa legge vieta l’uso di simboli religiosi da parte di agenti statali dotati di potere coercitivo (agenti di polizia, guardiani dei premi, pubblici ministeri e giudici) e di insegnanti.

Al Salon Bleu, i deputati del governo e del Parti Québécois hanno votato a favore del testo legislativo del ministro responsabile della laicità, Jean-François Roberge, rinnovando così la clausola di esenzione. I funzionari eletti del Partito Liberale e di Québec Solidaire si sono opposti.

“Il governo del Quebec ha utilizzato la clausola di sovranità parlamentare, chiamata clausola di deroga, per proteggere la capacità del Quebec di fare le proprie scelte. La clausola di deroga è uno strumento essenziale per preservare l’autonomia del Quebec”, ha affermato François Legault in una conferenza stampa. Tuttavia, i deputati liberali e solidali “hanno votato per togliere i poteri all’Assemblea nazionale del Quebec”.

“Quello che vediamo ora nell’Assemblea nazionale sono due schieramenti. Da un lato abbiamo il campo nazionalista che difende l’autonomia del Quebec, il CAQ e il PQ, dall’altro abbiamo il campo dell’abbandono dei poteri del Quebec, il Partito Liberale e Quebec Solidarnosc. ,” Egli ha detto.

La reazione del Partito Liberale si è affrettata. “Comincio ad averne abbastanza di François Legault! » ha lanciato il suo leader ad interim Marc Tanguay. “Non venga a insultare la nostra intelligenza dicendo che non votando dalla sua parte togliamo diritti all’Assemblea nazionale. […] François Legault ha mentito, è falso. »


#Canada

-

PREV Un imprenditore di 33 anni vuole far conoscere la nostra gastronomia nel mondo
NEXT Nuove strade a 30 km/h: forte aumento delle multe