Prevenzione dell’ictus in Senegal

Prevenzione dell’ictus in Senegal
Prevenzione dell’ictus in Senegal
-

In Senegal, un’associazione che sostiene i pazienti e le famiglie delle vittime di ictus ha appena completato una campagna di sensibilizzazione e prevenzione durata un mese contro l’ictus, la principale causa di morte nel reparto neurologico dell’ospedale Fann di Dakar. Segnalazione

Sotto due tende all’ingresso dell’ospedale Fann, i pazienti aspettano il loro turno per essere visitati dalle infermiere… Adama Cissé, vestita con un camice bianco, passa un misuratore di pressione al braccio di una donna anziana.

L’ipertensione e il diabete sono due dei principali fattori di rischio di ictus, molto comuni in Senegal.

Amadou Diallo, operaio di 63 anni, ha preferito sottoporsi al test per poter agire in caso di cattivo risultato: “ La glicemia non è male, non è alta “.

L’associazione di sostegno ai pazienti e alle famiglie delle vittime di ictus organizza questi screening per spiegare i passi da intraprendere rapidamente ai primi segni di ictus. Perché i prodotti o le attrezzature per la cura dei pazienti che arrivano in condizioni critiche spesso non sono disponibili o sono troppo costosi, si rammarica del neurologo Mbagnick Bakhoum.

L’associazione organizza attività di sensibilizzazione sui fattori di rischio… come il cibo, spiega Bamba Cissé, segretario generale dell’associazione. Mostra anche alle famiglie come prendersi cura di una vittima di ictus che torna a casa con i postumi.

#Senegal

-

PREV Dopo la politica, la nuova vita di Pierre Cabaré, ex deputato dell’Alta Garonna, processato per violenza sessuale.
NEXT Attraversamento urbano Pleyel: un ponte per alleviare i divari urbani