I finalisti del premio ACF Man in a Hurry

I finalisti del premio ACF Man in a Hurry
I finalisti del premio ACF Man in a Hurry
-

La giuria del 5e edizione del premio ACF Man in a Hurry, composto da 13 membri dell’Automobile Club de France compreso il suo presidente Louis Desangesnonché Segretario Generale del Premio Giornalista e Scrittore Bertrando di San Vincenzo, hanno rivelato le sei opere selezionate per la selezione finale. La deliberazione avrà luogo il 29 aprile prima della cerimonia di premiazione di lunedì 6 maggio, presso la sede del Club, Place de la Concorde, a Parigi. Il premio, del valore di 5.000 euro, è destinato a premiare un’opera in lingua francese (romanzo, saggio, racconto, poesia, biografia). La giuria del Premio ACF Man in a Hurry pone particolare attenzione allo stile, che deve essere rimosso, così come al ritmo della scrittura.

La selezione del premio ACF Man in a Hurry 2024:

  • Il barista del Ritz, Philippe Collin (Edizioni Albin Michel)
  • La Geometria delle Possibilità, Edouard Jousselin (Edizioni Payot & Rivages)
  • Scuotimi, Amin, Jean-Yves Labat de Rossi (Edizioni Arthaud)
  • clausola di coscienza, Gilles Martin-Chauffier (Edizioni Grasset)
  • Le vite da sogno della baronessa d’OettingenThomas Snégaroff (Edizioni Albin Michel)
  • L’EnclaveBenoît Vitkine (Edizioni Les Arènes)

L’anno scorso, Nicolas Chaudun ha vinto un premio per il suo romanzo Mazzo mortale pubblicato da Presses de la Cité. Nel 2022 è stato ceduto a Denis Jeambar Per Una donna senza lacrime (Calmann-Levy), nel 2021 a Filippo Brunel Per Laura Antonelli non esiste più (Grasset), e nel 2020 a François Garde Per Re che irrompe (Gallimard).

-

PREV Pamiers: gli Appaméennes du Livre lavorano alla 30a edizione del Salon
NEXT Autore di due libri a 19 anni, Louis Lefèvre usa le parole per guarire