diversi siti governativi sono fuori servizio

diversi siti governativi sono fuori servizio
diversi siti governativi sono fuori servizio
-

È stato registrato un attacco informatico contro diversi siti governativi francesi, riferisce il ricercatore di sicurezza SaxX, molto attivo sul suo account X (ex Twitter). Secondo l’esperto, 14 siti web sono stati messi offline a seguito di un attacco DDoS (Distributed Denial of Service) iniziato sabato 15 giugno 2024.

Questo tipo di operazione comporta il sovraccarico di un sito con richieste, solitamente provenienti da molti sistemi diversi, per rallentare il server. Al termine della manovra il sito dovrà essere non consultabile. Gli hacker hanno utilizzato DDoSia, a “cassetta degli attrezzi” che facilita il lancio di attacchi DDoS, aggiunge il ricercatore all’origine dell’allerta. Lanciato su Telegram due anni fa, lo strumento ora ha “migliaia di utenti”.

Tra gli obiettivi di questa offensiva troviamo il sito della polizia nazionale, i ministeri dell’ecologia e della cultura e persino Légifrance. Alcune delle pagine vittime degli hacker sono riuscite rapidamente a contenere l’attacco. Sono tornati online poco dopo l’inizio dell’attacco informatico. Sfortunatamente, molti dei siti presi di mira lo sono sempre inaccessibile questo lunedì 17 giugno 2024, quasi 48 ore dopo l’attacco.

Leggi anche: un attacco informatico di “forza senza precedenti” colpisce la Nuova Caledonia

Hacker russi dietro l’attacco

Questo attacco informatico con danni moderati sarebbe stato orchestrato da una banda di hacker russi che si fa chiamare NoName057(16). Attivo da marzo 2022, questo gruppo di hacktivisti cerca di difendere gli interessi della Russia in tutto il mondo. Gli hacker si sono specializzati negli attacchi DDoS e prendono di mira principalmente i paesi membri della NATO e dell’Unione Europea che sostengono attivamente l’Ucraina.

Secondo SaxX il contesto politico francese non è estraneo agli attacchi informatici. Lo scioglimento dell’Assemblea nazionale e le elezioni legislative anticipate potrebbero aver spinto i pirati all’azione.

Come ricorda il ricercatore, “Un attacco di tipo DDOS, sebbene classificato come attacco informatico, non è in alcun modo paragonabile a un ransomware e nemmeno all’esfiltrazione di dati”. Le conseguenze di un’offensiva di questo genere sono trascurabili. Una volta che il server non è più sovraccaricato, il sito torna online.

Non è la prima volta quest’anno che il governo francese subisce un’ondata di attacchi DDoS. Lo scorso marzo i siti di diversi ministeri francesi si sono trovati temporaneamente fuori servizio a seguito di un’offensiva fulminea scatenata dagli hacker della banda Anonymous Sudan, anch’essa filo-russa. Con l’avvicinarsi delle Olimpiadi di Parigi, possiamo aspettarci ulteriori attacchi informatici di questo tipo contro le istituzioni francesi.

-

PREV Knesset: il Primo Ministro difende la strategia di Hamas di fronte all’opposizione arrabbiata
NEXT Il Marocco condanna la sparatoria vicino ad una moschea in Oman