Il toccante documentario di un regista di Caen sul vivaio del Calvados arriva su France 3

Il toccante documentario di un regista di Caen sul vivaio del Calvados arriva su France 3
Il toccante documentario di un regista di Caen sul vivaio del Calvados arriva su France 3
-

Di Margaux-Rousset
pubblicato su

9 maggio 24 alle 16:52

Vedi le mie notizie
Segui Liberté Caen

È un immersione unica offerto Julie Lerat-Gersant Attraverso il suo primo documentario. Un’immersione in un’istituzione poco conosciuto dal grande pubblico e spesso presentato sotto angoli poco lusinghieri.
Il regista di Caen ha deciso di esplorare il vivaio di Caen, situato dal suo trasloco nel maggio 2022 da rue d’Auge a Fleury-sur-Orne. Seguiamo la vita quotidiana di uomini e donne fin dalla prima infanzia che si alternano con bambini da 0 a 6 anni. Questo spazio abitativo ospita temporaneamente questi bambini i cui situazione familiare preoccupante ha portato a una separazione dai propri genitori.

Un lavoro in più fasi

Ciò che mi interessava era tutta questa rete di assistenza attorno a questi bambini messa in atto da professionisti. Volevo spiegare come funziona questo tipo di struttura.

Julie Lerat-Gersant, regista

Ammirando il lavoro dei professionisti della prima infanzia, la direttrice e il suo fedele team hanno trascorso molto tempo nella stanza dei bambini.
Senza la macchina fotografica prima, per farsi conoscere da bambini e professionisti. Poi con la macchina da presa, ma senza filmare e infine sono arrivati ​​i “16 o 17 giorni” di riprese a settembre e ottobre 2022. “Inizialmente la mia idea era di filmare il trasloco dell’asilo da Caen a Fleury. Filmare il passaggio da un luogo fatiscente a un luogo moderno, ma alla fine non è successo molto. »
Quindi la squadra si è adattata. Senza voce fuori campo né sottotitoli, Julie Lerat-Gersant voleva realizzare un film “molto onesto”. “Volevo difendere l’istituzione e le persone che ci lavorano. È molto denso, perché è un luogo che non si ferma mai. »

“Un’ossessione per la famiglia”

Un po’ come lei. A 40 anni, la donna che ha fondato nel 2006 con Thomas Jolly la compagnia teatrale La Piccola Familia, ha mosso i primi passi nel cinema con l’uscita di il suo primo film di finzione Petites nel 2023. Ancora una volta, lo era questione familiare.

C’è in me una leggera ossessione su cosa sia la famiglia e sulla questione della separazione. Quando sono diventata mamma per la prima volta 12 anni fa, mia madre è entrata in coma. Penso che sia stato un punto di divisione nella mia vita che mi ha scosso nel profondo.

Julie Lerat-Gersant

Il suo prossimo progetto sarà ancora una volta una fiction. Attualmente in fase di scrittura, con il co-regista e compagno François Roy, l’azione si svolgerà a Le Havre e si concentrerà… sulla famiglia.

Un altro punto comune dei suoi successi: Normandia necessariamente. Fleury-sur-Orne per il vivaio, Cherbourg, Caen e la costa per Petites. “È una regione molto bella dal punto di vista cinematografico. Mi sembra naturale fare film in provincia, più ancorati alla realtà e ad un territorio che conosco. »

Sportiva, nuota, corre e fa yoga, Julie Lerat-Gersant ama passare il tempo con la sua famiglia e ridere. “È vero che i temi dei miei film non sono felici, ma c’è sempre un lampo nell’oscurità. Mi piacerebbe scrivere una commedia. Devi solo avere l’idea giusta. »

In onda su France 3 il 9 maggio alle 22:50. Questo film sarà disponibile sulla piattaforma france.tv.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV Versione comica di Dupont de Ligonnès a Cannes 2024? Questa è la scommessa di questo film presentato alla fine della Quinzaine des Cineasti! – Notizie sul cinema
NEXT a Cannes, il tentativo di includere i giovani dimenticati del Festival – Libération