40 anni di stadio a Nantes. Il suo architetto, Berdje Agopyan, svela i segreti di Beaujoire

40 anni di stadio a Nantes. Il suo architetto, Berdje Agopyan, svela i segreti di Beaujoire
40 anni di stadio a Nantes. Il suo architetto, Berdje Agopyan, svela i segreti di Beaujoire
-

L’8 maggio 2024 lo stadio Beaujoire-Louis-Fonteneau festeggerà il suo 40° anniversario. Per Berdje Agopyan, il suo architetto, che oggi ha 87 anni, rimane un ottimo ricordo, anche se ha dovuto affrontare vincoli piuttosto insoliti e ci sono voluti solo poco più di sedici mesi per realizzarlo. Una vera sfida, sapendo di avere a disposizione quattro anni e mezzo per la costruzione del Parco dei Principi a cui aveva partecipato.

Tutto iniziò alla fine degli anni ’70. Il presidente del club, Louis Fonteneau, aveva in mente l’idea di un nuovo stadio, perché si stava prendendo in considerazione la candidatura della Francia per organizzare l’Europeo del 1984. Ma non sapeva dove collocarlo, essendo Beaujoire e l’isola di Beaulieu gli unici due siti presi in considerazione. Il presidente della Federcalcio francese, Fernand Sastre, ammise davanti a Michel Cordier, allora assistente sportivo, che non era possibile per il Nantes avere l’Euro a Saupin. In definitiva è il sito della Beaujoire che…

-

PREV TEFAF New York sfida le probabilità
NEXT Un dipinto del pittore belga René Magritte venduto all’asta per una cifra colossale a New York: “Un capolavoro dell’immaginario surrealista”