La Cina vede aumentare le esportazioni grazie alla modernizzazione industriale e al commercio elettronico

La Cina vede aumentare le esportazioni grazie alla modernizzazione industriale e al commercio elettronico
La Cina vede aumentare le esportazioni grazie alla modernizzazione industriale e al commercio elettronico
-

LIl commercio estero di beni è aumentato del 5,7% su base annua raggiungendo 13.810 miliardi di yuan da gennaio ad aprile

La trasformazione verde e l’ammodernamento industriale da parte dei produttori cinesi stimoleranno la crescita delle esportazioni quest’anno, nonostante le numerose sfide nel panorama economico globale, hanno affermato giovedì funzionari governativi ed esportatori.

Molte aziende cinesi si stanno concentrando sullo sviluppo e sull’esportazione di prodotti tecnologicamente sofisticati, rispettosi dell’ambiente e di alto valore. Questi sforzi, insieme agli accordi di libero scambio bilaterali e multilaterali, contribuiranno a mantenere una sana traiettoria di crescita per tutta la seconda metà dell’anno.

Il commercio estero cinese di beni è aumentato del 5,7% su base annua raggiungendo 13,81 trilioni di yuan (1,91 trilioni di dollari) nei primi quattro mesi dell’anno. In particolare, le sue esportazioni sono aumentate del 4,9% a 7,81 trilioni di yuan, ha riferito l’Amministrazione generale delle dogane.

“Dall’inizio dell’anno i fattori positivi nel settore del commercio estero sono migliorati costantemente e lo slancio ha continuato a rafforzarsi”, ha affermato Liu Daliang, direttore del dipartimento di statistica e analisi dell’amministrazione doganale cinese.

Liu ha affermato che il tasso di crescita delle importazioni e delle esportazioni nei primi quattro mesi del 2024 ha accelerato rispetto al primo trimestre di quest’anno e la scala ha raggiunto un nuovo massimo storico per questo periodo.

Tra gennaio e aprile i produttori cinesi hanno esportato prodotti meccanici ed elettrici per un valore di 4,62 trilioni di yuan, pari al 59,2% del valore totale delle esportazioni del Paese , secondo i dati doganali.

Dal punto di vista dei nuovi motori di crescita per le esportazioni, il rapido aumento delle esportazioni di prodotti verdi ad alta intensità tecnologica come le batterie al litio e i prodotti fotovoltaici, nonché l’accelerazione di nuove forme di commercio estero rappresentate dal commercio elettronico transfrontaliero, sono stati i principali fattori che attualmente spingono le esportazioni cinesi, ha affermato Wang Xiaosong, professore alla Facoltà di Economia dell’Università Renmin della Cina a Pechino.

Condividendo opinioni simili, Cui Fan, professore all’Università di Economia e Commercio Internazionale di Pechino, ha affermato che i prodotti non solo si adattano agli sforzi globali per combattere il cambiamento climatico, ma rispondono anche alla crescente domanda di alternative rispettose dell’ambiente in tutto il mondo.

È stata sottolineata l’importanza degli sforzi della Cina per promuovere le importazioni e le esportazioni di nuova energia, mentre l’attuale capacità di produzione globale nel settore della nuova energia è lungi dall’essere sufficiente a soddisfare la potenziale domanda del mercato, secondo Cui.

Oltre a concentrarsi sul rafforzamento delle proprie capacità di innovazione, molte aziende cinesi hanno rafforzato la cooperazione con partner commerciali in Europa centrale e orientale, Africa, Sud-Est asiatico e Medio Oriente, ha affermato Edward Kieswetter, presidente dell’Organizzazione mondiale delle dogane, con sede a Bruxelles.

Mentre i mercati del turismo e della consegna di cibo a domicilio continuano a crescere in molte parti del mondo, Nanjing Vmoto Manufacturing Co, un produttore di due ruote con sede a Nanchino, nella provincia di Jiangsu nella Cina orientale, dallo scorso anno ha ampliato diversi tipi di prodotti per conquistare quote di mercato all’estero. .

“Questi scooter sono dotati di una batteria a lunga durata e di una robusta scatola per la consegna sul sedile posteriore”, ha affermato Xie Xiangjing, direttore delle vendite dell’azienda.

“Abbiamo anche introdotto “scooter elettrici condivisi” leggeri e resistenti con parti facilmente staccabili e sostituibili per soddisfare la domanda di noleggio nei mercati turistici esteri. »

Oltre a creare centri di riparazione all’estero nei mercati chiave, Nanjing Vmoto si è espansa in 64 paesi e regioni in tutto il mondo, tra cui Grecia, Brasile, Malesia e Francia. Il valore totale delle sue esportazioni di due ruote e pezzi di ricambio è aumentato del 267% su base annua nel primo trimestre.

Per creare condizioni più favorevoli per le sue imprese esportatrici, la Cina ha firmato giovedì a Shenzhen, nella provincia del Guangdong (sud), accordi di riconoscimento reciproco degli operatori economici autorizzati (AEO) con Burundi e Islanda.

Gli accordi di mutuo riconoscimento AEO consentono alle autorità doganali di riconoscere le società AEO certificate per lo sdoganamento semplificato, con l’obiettivo di rafforzare la cooperazione tra dogane, imprese e altri dipartimenti governativi.

Giovedì la Cina ha firmato accordi di riconoscimento reciproco AEO con 28 economie, coprendo 54 paesi e regioni di tutto il mondo.

Segui China.org.cn su Twitter E Facebookper partecipare alla conversazione.

-

PREV Un nuovo amministratore delegato alla guida di Atos
NEXT Trasformare il futuro tecnologico dell’Africa: 3 giorni per parlarne a Marrakech