Il garage di una coppia è allagato in seguito a un temporale, chiedono quasi 7.000 euro a Bordeaux Métropole

Il garage di una coppia è allagato in seguito a un temporale, chiedono quasi 7.000 euro a Bordeaux Métropole
Il garage di una coppia è allagato in seguito a un temporale, chiedono quasi 7.000 euro a Bordeaux Métropole
-

Di

Redazione bordolese

pubblicato su

21 giugno 2024 alle 6:32

Vedi le mie notizie
Segui le notizie di Bordeaux

Il 23 aprile 2019, il garage di una coppia di Saint-Médard-en-Jalles (Gironda) è stato allagato durante un temporale. In questione ? L’“insufficienza” della rete pubblica di drenaggio delle acque piovane.

La responsabilità del Bordeaux Métropole era stata messa in dubbio dalla coppia, e i tribunali si sono appena pronunciati nel giugno 2024.

Allagamento

L’innalzamento delle acque “ha danneggiato il bruciatore della caldaia a gasolio” e l'”asciugatrice a condensazione” della coppia, che si trovavano nel garage di questa casa situata sotto l’Allée Noël-Lacoste.

Il loro assicuratore si era assunto la responsabilità di parte del danno ma non di tutto. I ricorrenti hanno quindi presentato ricorso al tribunale amministrativo di Bordeaux assumere la responsabilità della metropoli nel “alluvioni ripetute” di cui si dichiarano vittime.

Per questi danni “anomali” hanno chiesto espressamente 6.800 euro e 2.000 euro di spese legali. “Sebbene Bordeaux Métropole abbia accettato il principio del lavoro, non è stata intrapresa alcuna riparazione sulla rete di acqua piovana per risolvere definitivamente i problemi”, lamentavano i ricorrenti.

Video: attualmente su Actu

Una “legittima preoccupazione” per ogni episodio piovoso significativo

Metropolis ha assicurato che la “singola alluvione” che avrebbe potuto concedere avrebbe comportato la responsabilità per un’unica alluvione. Ma l’incidente era comunque “non imprevedibile” e “non può quindi dar luogo ad un risarcimento”. Nel frattempo ha “portato avanti i lavori per porre rimedio ai problemi”.

“Contrariamente a quanto sostiene Bordeaux Métropole, questa non è la configurazione naturale luoghi che è all’origine del danno, ma piuttosto il sistema pubblico di drenaggio delle acque piovane”, riassume la Corte.

I ricorrenti, tuttavia, non lo avranno non ha diritto all’intero importo che avevano preteso: i tribunali si sono limitati a concedere loro il rimborso della franchigia di 380 euro e ulteriori 500 euro per il “disturbo di godimento” legato alla temporanea “impossibilità” di utilizzare il loro seminterrato durante l’alluvione del 2019.

Anche la comunità urbana non dovrà fare alcun lavoro poiché “giustifica” la creazione nel settembre 2022 di una “rete di servizi igienico-sanitari e di acqua potabile” sull’Allée Noël-Lacoste. Il Bordeaux Métropole dovrà tuttavia rimborsare 1.300 euro alla MAIF, coprire i 2.500 euro di onorari di esperti e pagare 800 euro ciascuno all’assicuratore e ai suoi clienti per le spese legali.

GF (PressPepper)

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

PREV Discorso di Sua Beatitudine il Metropolita Onufrij in occasione della Giornata dello Stato ucraino
NEXT Calcio: “Non cambierei nulla”… Il commovente addio di Olivier Giroud ai Blues dopo il record di 57 gol in 137 presenze