Nove giovani di Saint-Yorre sono andati a vedere l’accensione della fiamma olimpica… Prima che essa li visitasse

Nove giovani di Saint-Yorre sono andati a vedere l’accensione della fiamma olimpica… Prima che essa li visitasse
Nove giovani di Saint-Yorre sono andati a vedere l’accensione della fiamma olimpica… Prima che essa li visitasse
-

Prima di visitarli venerdì 21 giugno, nove giovani e giovani di Saint-Yorrais hanno deciso di esplorare l’origine della fiamma olimpica… Direttamente alla sua fonte.

Mettono piede sulle piste greche su cui gareggiarono i primi atleti olimpici, più di 3.000 anni fa. Furono testimoni, se non trasmessi, dell’accensione della fiamma olimpica davanti alle rovine del tempio di Era, nel santuario di Olimpia.

Un progetto ambizioso

Hanno tra i 10 ei 12 anni e vivono a Saint-Yorre. A più di 2.000 km da Olimpia. Questi nove studenti, formati dalla CM2 alla 5a elementare, completano quest’anno il loro mandato nel consiglio comunale della gioventù della città. E hanno semplicemente deciso di andare a vedere con i propri occhi la nascita di questa fiamma olimpica, prima che arrivasse nelle loro terre borbonesi.

Che percorso seguirà la fiamma olimpica sul territorio della Comunità di Vichy il 21 giugno?

Gérard Labonne, assistente comunale per gli affari scolastici, ha fatto molto di più che incoraggiare il processo. È andato in spedizione con i giovani prescelti. “Tutto è iniziato a settembre, quando hanno saputo che la fiamma sarebbe andata a Saint-Yorre. Si sono chiesti cosa rappresentasse e soprattutto come avrebbero potuto contribuire all’evento. » Appena otto mesi prima della cerimonia di illuminazione a Olimpia, in Grecia, hanno formulato l’ambizioso piano di parteciparvi e di riportare un film, in stile diario di viaggio, per condividere la loro odissea.

È stato davvero impressionante vederlo dal vivo!

Erica (Giovane Saint-Yorraise)

Ciò che è seguito è stata una mobilitazione entusiasta dei partner locali per avviare il viaggio. Alain Valentini (che i giovani chiamano “nonno Alain”), ex caporedattore di France 2 e presidente dell’associazione di Vichy Planète Jeunes Reporters, accetta subito di accompagnarli per realizzare il video; l’associazione laica locale cerca finanziatori per trasporti e alloggi?; genitori, associazioni, partner, comunità e imprese locali mettono mano al portafoglio… Un lavoro di squadra che ripaga e che permette ai bambini di volare ad Olimpia il 13 aprile 2024.

Ricevi via e-mail la nostra newsletter per il tempo libero e trova idee per gite e attività nella tua regione.

La maggior parte dei bambini non era mai stata su un aereo. E non se ne erano mai andati senza i genitori. L’avventura ha quindi ancora più senso, per i giovani rurali che si sono creati l’opportunità di esplorare altre latitudini.

Saint-Yorre: l’attesa Fiamma Olimpica

La scoperta di una cultura

Louna, 10 anni, era “stressata perché doveva andare lontano, e per molto tempo. » Heather, 12 anni, ha imparato alcune parole in greco. “Le case sono molto diverse dalle nostre, è strano, ma è bello. E poi in classe avevamo lavorato sulla fiamma olimpica, quindi è stato davvero impressionante vederla dal vivo. »
Al di là dello sport, della storia, degli incontri (come quello con la pronipote di Pierre de Coubertin), il giovane Saint-Yornais condivide così la scoperta di una nuova cultura. Uno dei valori essenziali trasmessi dai Giochi Olimpici.

Sandrine Gras

-

NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole