quanto pagheranno i tifosi durante Euro 2024?

quanto pagheranno i tifosi durante Euro 2024?
quanto pagheranno i tifosi durante Euro 2024?
-

I prezzi della birra variano notevolmente tra le capitali europee, con i costi più elevati riscontrati nella regione nordica, nel Regno Unito e in Francia. La classifica cambia notevolmente se si considera il livello dei prezzi delle bevande alcoliche calcolato utilizzando le parità di potere d’acquisto.

È tempo del Campionato Europeo 2024. Gli appassionati di calcio si stanno preparando per l’emozione delle partite e, per molti, questo significa godersi una birra mentre guardano le loro squadre preferite competere.

Tuttavia, il costo di questa esperienza varierà notevolmente a seconda di dove si trovano i fan o di dove stanno andando. Dati recenti rivelano forti differenze tra i prezzi nazionali della birra alla spina e il livello generale dei prezzi delle bevande alcoliche in tutta Europa, evidenziando i diversi costi che i fan possono aspettarsi di incontrare.

Secondo Numbeo, un sito web di statistiche sul costo della vita generato dagli utenti, i prezzi della birra nazionale alla spina (0,5 litri) nei ristoranti o nei pub vanno da 2 euro a Sofia a 8 euro a Copenaghen tra le capitali dell’UE.

I paesi nordici hanno i prezzi della birra più alti

Includendo l’Associazione europea di libero scambio (EFTA), il Regno Unito e i paesi candidati all’UE, Reykjavik in Islanda è in cima alla lista con 10 euro a birra, seguita da vicino da Oslo con 9,6 euro.

Seguono Copenhagen e Helsinki, con un prezzo medio di 8€ a birra.

Devi pagare più di 7 € per una birra alla spina a Londra (7,7 €) e Parigi (7 €). A Berna, in Svizzera, costa 6,7 ​​€

Anche se tre città si posizionano sopra Stoccolma (6,7€), i paesi nordici nel complesso hanno i prezzi della birra più alti in Europa.

Ciò indica che i tifosi di queste città dovranno spendere di più per i drink del giorno della partita rispetto ad altri luoghi.

D’altro canto, città come Kiev, Minsk e Chisinau offrono opzioni decisamente più economiche. Kiev ha il prezzo più basso con 1,1€ a birra, seguita da Minsk con 1,2€ e Chisinau con 1,3€.

I prezzi della birra sono relativamente più bassi anche a Madrid (€ 3,5) e Lisbona (€).

Questi sono tutti prezzi nominali e non riflettono gli standard di potere d’acquisto (SPA). Questa significativa disparità di prezzo evidenzia come i prezzi della birra possano riflettere condizioni economiche più ampie e fattori del mercato locale.

Variazioni di prezzo all’interno dei paesi

I prezzi della birra possono variare notevolmente in alcuni paesi, rendendola più economica in alcune città. Il Regno Unito è un esempio perfetto: mentre una birra costa 7,7 euro a Londra, puoi gustarne una per 4,3 euro a Coventry, 4,8 euro ad Aberdeen e 5,2 euro a Sheffield.

Dov’è l’alcol più economico e costoso d’Europa?

Gli indici del livello dei prezzi (LPI) forniscono un confronto tra i livelli dei prezzi dei paesi e la media dell’UE, calcolati utilizzando le parità di potere d’acquisto (PPA). Se il PLI è superiore a 100, il paese è relativamente costoso rispetto alla media dell’UE. Al contrario, se il PLI è inferiore a 100, il paese è relativamente economico rispetto alla media dell’UE.

Nel 2022, secondo Eurostat, l’ufficio statistico ufficiale dell’UE, l’Islanda (297% della media UE) era il paese più caro per le bevande alcoliche, mentre l’Ungheria (82%) era il più economico tra 37 paesi europei.

Nell’UE, la Finlandia è stato il paese più caro per l’alcol, con un indice dei prezzi del 213%, seguito da vicino dall’Irlanda (210%).

Analogamente ai prezzi nominali, i paesi nordici hanno l’indice dei prezzi delle bevande alcoliche più alto. I primi tre sono paesi nordici, mentre altri sono tra i primi otto.

Vale la pena citare anche i casi della Turchia e della Grecia. In questi paesi, i livelli dei prezzi delle bevande alcoliche sono significativamente più alti della media UE, rispettivamente al 173% e al 153%.

Il Regno Unito è più costoso mentre le “Big Four” dell’UE sono più economiche

Considerando le cinque maggiori economie europee, il livello dei prezzi delle bevande alcoliche nel Regno Unito (139%) era superiore alla media dell’UE. Sebbene i dati del Regno Unito risalgano al 2020 e non siano direttamente paragonabili al 2022, nel complesso forniscono comunque informazioni preziose.

L’indice era appena al di sotto della media UE in Francia, al 99,9%. In Spagna è stata del 97,6%, in Italia dell’89,3% e in Germania dell’86,7%, indicando che le bevande alcoliche sono più economiche nelle “quattro grandi” dell’UE rispetto alla media complessiva dell’UE.

Il livello dei prezzi dell’alcol era circa 3,6 volte più alto nel paese più caro che nel paese più economico tra 37 paesi. All’interno dell’UE, questa differenza era di 2,6 volte.

-

PREV “In uno stato molto grave”: un alterco si intensifica, cosa è successo ai festival di Bayonne?
NEXT un attacco e una campagna che capovolgono – Libération