Prigione, multa… Quello che rischia Pierre Palmade, mandato in tribunale per lesioni involontarie

Prigione, multa… Quello che rischia Pierre Palmade, mandato in tribunale per lesioni involontarie
Prigione, multa… Quello che rischia Pierre Palmade, mandato in tribunale per lesioni involontarie
-

L’attore rischia fino a 14 anni di carcere e una multa di 200.000 euro dopo l’incidente stradale in cui rimasero gravemente ferite tre persone nel febbraio 2023, tra cui una donna che aveva perso il bambino che aspettava.

Verrà infatti giudicato l’attore Pierre Palmade. Lunedì 27 maggio, la procura di Melun ha annunciato in un comunicato stampa il licenziamento dell’attore e umorista per “lesioni involontarie” davanti al tribunale penale dopo l’incidente stradale da lui causato il 10 febbraio 2023 a Villiers-en-Bière ( Senna e Marna).

Rischia fino a 14 anni di carcere e una multa di 200.000 euro. “Sono state ritenute due circostanze aggravanti”, analizza Me Antoine Régley a BFMTV.com.

Ritenute due circostanze aggravanti

Il gip incaricato dell’informazione giudiziaria deferisce Pierre Palmade per “lesioni involontarie da parte di un conducente che ha deliberatamente violato un obbligo particolare di prudenza o di sicurezza e che ha fatto uso di stupefacenti”.

“Considerando queste due circostanze aggravanti, Pierre Palmade rischia fino a sette anni di carcere. Una pena raddoppiata a causa dello stato di recidiva legale”, spiega Me Antoine Régley. Il comico era già stato condannato per reati di droga.

Secondo l’avvocato specializzato in sicurezza stradale, Pierre Palmade potrebbe scappare di prigione. “Non li farà (i 14 anni di carcere, ndr). Oggi le persone condannate per lesioni involontarie aggravate vengono incarcerate in meno del 5% dei casi”.

Per me Antoine Régley, Pierre Palmade rischia “una dura pena detentiva che può essere modificata con una significativa sospensione della prova”.

Le parti civili “deplorano ovviamente questa scelta”

Il 10 febbraio 2023, Pierre Palmade era alla guida di un’auto che ha investito un veicolo che precedeva a Villiers-en-Bière (Seine-et-Marne). Il grave incidente ha lasciato gravemente ferite tre persone, oltre all’attore: un uomo, suo figlio, la cognata, che dopo lo scontro ha perso il bambino che aspettava.

Un esperto medico ha concluso che il bambino trasportato dalla passeggera incinta, che ha subito un taglio cesareo in seguito all’incidente, era morto prima della nascita e quindi non poteva essere legalmente considerato una persona umana.

“Gli esperti ritengono inoltre che se non ci fosse stato l’incidente, il bambino sarebbe nato vivo, essendo l’incidente la causa diretta della sua morte”, ha detto una fonte vicina al caso mentre l’accusa de Melun aveva chiesto un processo per “. omicidio colposo”.

L’avvocato dei feriti ha reagito con “sgomento” all’annuncio di questo licenziamento per “lesioni colpose”. “Le parti civili che noi rappresentiamo deplorano ovviamente questa scelta, per quanto riguarda gli elementi della causa e del diritto positivo, ma anche per quanto riguarda la decenza e l’umanità più elementari”, ha lamentato Me Mourad Battikh in un comunicato stampa.

I più letti

-

PREV “La nostra coppia nella Casa del Drago è l’unica sana”
NEXT Thénezay. Una giornata di coesione olimpica