Cosa è successo durante gli scontri tra tifosi? La prima cronologia degli eventi

Cosa è successo durante gli scontri tra tifosi? La prima cronologia degli eventi
Cosa è successo durante gli scontri tra tifosi? La prima cronologia degli eventi
-

Mentre stasera è in programma la finale della Coupe de France tra Olympique Lyonnais e PSG, si sono verificati incidenti tra i tifosi dei due club. Un casello autostradale ha preso fuoco ed è scoppiata una rissa generale in un’area di sosta autostradale. Il prefetto del Nord, Bertrand Gaume, ha reagito in seguito ai numerosi incidenti.

Questa finale della Coupe de France tra PSG e Lione è stata classificata ad altissimo rischio. Purtroppo si sono già verificati degli incidenti. Poche ore prima del calcio d’inizio di questa finale allo stadio Pierre-Mauroy di Lille, i “tifosi” dei due club si sono scontrati durante una rissa generale in un’area di sosta autostradale vicino al casello di Fresnes sulla A1. Un autobus di tifosi del Lione ha poi preso fuoco, sotto il tetto del casello autostradale. Nonostante questi incidenti, secondo le informazioni di BFMTV, la finale della Coupe de France tra OL e PSG si svolgerà. Il prefetto del Nord, Bertrand Gaume, è tornato alla cronologia degli eventi e ha invitato a “celebrare il calcio e non la violenza” durante la finale della Coupe de France.

La cronologia dei fatti

Gli incidenti sono iniziati con una rissa generale scoppiata in un’area di sosta autostradale nei pressi del casello di Fresnes, sulla A1. Gli autobus degli ultras parigini si erano riuniti lì intorno alle 17, per aspettare la scorta del CRS, dove erano previste diverse compagnie, per portarli a Lille, solo che lì c’erano anche i lionesi. Un tifoso dell’OL è stato picchiato da numerosi tifosi parigini, la maggior parte dei quali erano incappucciati.

Di conseguenza, per calmare la situazione, i CRS, stimati in 200, sono stati costretti a utilizzare gas lacrimogeni. Questi incidenti hanno costretto alla chiusura dell’autostrada in entrambe le direzioni. Un autobus di Lione ha poi preso fuoco sotto il tetto del casello autostradale, provocando la comparsa di fumo nero a diversi chilometri di distanza. Alcuni autobus sono riusciti a partire, altri avevano i finestrini rotti e senza la prevista scorta del CRS per tutti gli autobus. Pertanto la prefettura ha raccomandato di evitare la zona ed è stata aperta un’unità di crisi.

La situazione impiegò molto tempo per calmarsi quando poi scoppiò una nuova rissa. Infatti, i sostenitori dell’OL hanno rubato attrezzature dagli autobus parigini, soprattutto durante i tifo serali. I lionesi furono piazzati in un campo, circondati dal CRS. Presenti sul posto, numerose famiglie e bambini raggruppati per evitare scontri.

“C’erano dei rischi, c’è stata una rissa”

Il prefetto del Nord, Bertrand Gaume, ha voluto reagire in seguito agli incidenti avvenuti vicino a Fresnes: “La polizia era presente. Avrebbero scortato i tifosi parigini con un’unità CRS e, in secondo luogo, i tifosi del Lione. di entrambe le squadre erano presenti L’altra squadra è arrivata nel posto sbagliato al momento sbagliato e ha notato i tifosi avversari. Sono usciti per aggredirli, provocando l’intervento della polizia feriti e diversi lacrimogeni sono stati lanciati. L’ordine è stato ripristinato molto rapidamente nonostante i fumogeni di una delle squadre contro l’autobus avversario. I risultati sono significativi perché un autobus è stato dato alle fiamme e quattro sono rimasti danneggiati e dovranno essere sostituiti il ritorno dei tifosi di una delle due squadre.

Il prefetto del Nord, Bertrand Gaume, ha confermato che la partita è stata mantenuta e ha annunciato il desiderio di vedere la finale svolgersi nelle migliori condizioni possibili: “Voglio che la finale vada bene e la partita è stata preparata con molta calma con i due club Voglio rendere omaggio alla FFF (Federazione francese di calcio) che è stata molto seria in questa preparazione Sapevamo che accogliere due squadre di questo tipo può essere complesso, soprattutto perché ci sono delle controversie che la divisione nazionale anti-hooliganismo ha classificato come Rischio altissimo, c’erano rischi, c’è stata una rissa. Il centro del Lille era molto calmo. I tifosi del Lione sono arrivati ​​tardi e ho chiesto che la partita andasse bene stasera, è fondamentale La partita va bene, è una celebrazione del calcio, è una celebrazione del calcio e non della violenza”.

Il caso ora è nelle mani della Procura, secondo le parole del prefetto: “L’ordine pubblico è stato disturbato. Successivamente le immagini e le telecamere pedonali degli agenti di polizia verranno trasferite all’autorità giudiziaria e spetterà alla Procura di Arras aprire un’indagine è sua competenza e non mia.

Articoli principali

-

PREV Chi è Claire de Duras, la scrittrice scelta per il diploma di maturità francese 2024?
NEXT [Euro-2024] La Germania vuole entrare in orbita