Auchan Drive sta diventando sempre più competitivo sui prezzi

Auchan Drive sta diventando sempre più competitivo sui prezzi
Auchan Drive sta diventando sempre più competitivo sui prezzi
-

Con un indice dei prezzi inferiore a 100, Auchan Drive si avvicina al posizionamento di prezzo di Intermarché o Super U. Ma non sorprende che E.Leclerc rimanga il leader indiscusso dei prezzi di listino per il canale drive nell’aprile 2024, nonostante il leggero aumento il suo indice (+0,3 punti vs marzo 2024), a 91,7.

Questa grafica è interattiva, posiziona il cursore su uno dei punti per visualizzare il cartello in questione. Clicca qui per scaricare la classifica (esclusi Monoprix e Bi1).

Un leggero aumento dell’indice medio

Si ricorda che questo indice dei prezzi intermarca si basa su un paniere comparativo di tutti i prodotti di marca nazionale presenti contemporaneamente in almeno cinque distributori drive-thru con almeno il 10% dei negozi che li detengono (DN > 10%). L’idea non è quella di seguire l’evoluzione dei prezzi in ciascuno dei marchi, ma di analizzare il loro posizionamento di prezzo sui prodotti “sul retro dello scaffale”. Di conseguenza, le promozioni sono escluse dal calcolo, così come gli articoli esauriti. L’indice viene calcolato ogni giorno e mediata settimanalmente al fine di produrre una restituzione accurata e avere una visione più qualitativa del posizionamento di prezzo dei giocatori analizzati.

Ad aprile 2024 l’indice medio dei prezzi era pari a 101,2 (ovvero +0,1 punti rispetto a marzo 2024). La forbice tra la marca più cara (Monoprix) e quella meno cara (E.Leclerc) è 25,5. Inoltre, le differenze tra i diversi blocchi si stanno riducendo, in particolare a causa del passaggio di Auchan Drive sotto l’indice 100. E.Leclerc, il marchio più economico, forma un blocco a parte:

  • Hyper U, Colruyt, Intermarché Hyper et Super, Super U e ora, in una certa misura, Auchan Drive hanno un posizionamento di prezzo inferiore alla media del mercato.

  • Al contrario, i marchi Cora, Carrefour Hyper, Carrefour Market, Match e Auchan Supermarché sono più cari della media. A questo elenco dobbiamo aggiungere anche i marchi Casino (Casino Hyper Frais e supermercato Casino) e Chronodrive.

  • Infine, Bi1 e Monoprix hanno prezzi superiori del 10% rispetto al resto del mercato.

Hyper U rimane il primo sfidante di E.Leclerc

Il primo blocco è composto solo da E.Leclerc. “In media più economico dell’8,3% rispetto alla concorrenza, E.Leclerc dimostra un grande vantaggio rispetto al suo principale concorrente – Hyper U – con un gap nell’indice di 3,3 punti“, rileva Quentin Bon, responsabile ricerche di mercato di Wiser. Il distributore resta quindi leader, nonostante un aumento di +0,3 punti rispetto a marzo.

Il secondo blocco, gli sfidanti, comprende Hyper U, Intermarché Hyper et Super, Colruyt Collect&Go, Super U e Auchan Drive. L’integrazione del marchio Mulliez Galaxy aumenta l’indice medio (97 contro 96,1 di marzo) e l’entità (4,9 contro 2,8 del mese scorso) di questo blocco. Allo stesso tempo è aumentato anche l’indice dei prezzi di Hyper U, Super U, Intermarché Hyper e Super. Resta stabile solo Colruyt (Collect&go), a 96,2.

Il terzo blocco, i follower, è composto da Carrefour, Cora, Casino Hyper Frais, Chronodrive, Auchan, Carrefour market e Supermarché Casino. In questo blocco, Carrefour iper diventa il marchio più competitivo con un indice di 100,5 (-0,1 punti rispetto a marzo 2024). È l’unico a vedere il suo indice dei prezzi scendere. Se Auchan Drive ha rivisto il suo posizionamento di prezzo, il supermercato Auchan è pericolosamente vicino al posizionamento di prezzo di Bi1… E questo anche se il suo indice dei prezzi è leggermente in calo (-0,1 rispetto a marzo 2024).

Il quarto blocco riunisce i marchi “non concorrenti” con posizionamento di prezzo elevato, ovvero Monoprix e Bi1. Pur essendo ancora al di sopra del mercato, Bi1 ha visto il suo indice dei prezzi scendere di un punto tra aprile e marzo 2024. Si tratta del calo maggiore del mese, mentre l’indice dei prezzi della maggior parte degli altri marchi, ad eccezione di Auchan, Colruyt (CollectAndGo) e Carrefour Iper, è in aumento. Da parte sua, Monoprix ha rivisto al rialzo il suo posizionamento di prezzo e si avvicina sempre più all’indice 120. Anche l’indice dei prezzi della marca ha guadagnato 4,6 punti tra aprile 2023 e aprile 2024 mentre quello di Bi1 è sceso di 3,5 punti.

-

PREV “Così patetico”: Cristina Cordula si scaglia contro l’eccessiva pubblicizzazione dello scontro tra Inès Reg e Natasha St-Pier
NEXT Siamo a 6 mesi dalle elezioni americane. Ecco come stanno le cose.