Al processo Trump, la difesa interroga Stormy Daniels nel suo ultimo giorno alla sbarra

Al processo Trump, la difesa interroga Stormy Daniels nel suo ultimo giorno alla sbarra
Al processo Trump, la difesa interroga Stormy Daniels nel suo ultimo giorno alla sbarra
-

New York — Uno dei testimoni principali del processo contro l’ex presidente Donald Trump, attore di film per adulti Daniels tempestosoha reso una testimonianza di sfida giovedì nel suo ultimo giorno alla sbarra mentre la difesa l’ha accusata di aver inventato i dettagli del presunto incontro sessuale tra lei e Trump.

“Stai cercando di farmi dire che è cambiato, ma non è cambiato”, ha detto Daniels in risposta a una domanda dell’avvocato di Trump Susan Necheles mentre Necheles cercava di trovare discrepanze nella sua storia.

Daniels ha ammesso che per lei era importante ottenere soldi per la sua storia, ma è rimasta irremovibile sul fatto che “non ho mai chiesto soldi al presidente Trump”. Anche se ha ricordato a Necheles che non è stata pagata per l’intervista bomba “60 Minutes” del 2018, Necheles ha cercato di dimostrare che gli accordi successivi per il suo libro, i tour e le apparizioni televisive nei reality erano il risultato di quell’intervista.

Il pagamento di 130.000 dollari che Daniels ha ricevuto dall’ex avvocato personale di Trump Michael Cohen prima delle elezioni del 2016 è al centro del caso. I pubblici ministeri accusano Trump di aver falsificato i documenti aziendali derivanti dai rimborsi del pagamento. I suoi avvocati difensori hanno sostenuto che il denaro serviva a coprire le spese legali di Cohen.

L’avvocato difensore Todd Blanche ha chiesto ancora una volta l’annullamento del processo, dicendo che la testimonianza di Daniels è andata troppo oltre. Il giudice Juan Merchan ha rapidamente respinto la richiesta.

Trump è stato accusato di 34 reati nel caso. Si è dichiarato non colpevole di tutte le accuse e nega di aver fatto sesso con Daniels.

Una delle altre testimoni di alto profilo previste, Karen McDougal, l’ex modella di Playboy che ha ricevuto un compenso dalla società madre del National Enquirer in cambio dei diritti sulla sua storia, non sarà più chiamata a testimoniare.

Il processo è stato caratterizzato dalla scandalosa testimonianza di Daniels alla giovane contabile della Trump Organization, Rebecca Manochio, che ha preso posizione dopo di lei. Manochio ha confermato l’autenticità di una serie di fatture FedEx, che indicano buste inviate dalla sede dell’azienda alla Casa Bianca con assegni da firmare. Anche Madeleine Westerhout, ex assistente di Trump alla Casa Bianca licenziata nel 2019, ha testimoniato giovedì, parlando della firma degli assegni da parte di Trump e di un incontro del 2017 con Cohen.

Ecco come si è svolto giovedì:

-

PREV il prezzo della passione per Anouk
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez