Il giudice nega ancora una volta la richiesta del Trump Team di annullare il processo dopo la testimonianza di Stormy Daniels

-

Foto di Angela Weiss-Pool/Getty Images

AGGIORNAMENTO: Stormy Daniels ha attaccato Donald Trump e il suo team legale per le loro lamentele sulla sua testimonianza nel corso di due giorni nel processo del silenzio di New York.

“I veri uomini rispondono alle testimonianze prestando giuramento e prendendo posizione in tribunale. Oh… aspetta. Non importa”, ha scritto Daniels su X/Twitter.

Vedi altro

Questo era un evidente riferimento a una richiesta dell’avvocato di Trump per un ordine di silenzio modificato in modo che l’ex presidente potesse risponderle. Anche il team legale dell’ex presidente ha chiesto l’annullamento del processo, sostenendo che Daniels era stato autorizzato a esagerare nel descrivere la sua affermazione di un incontro sessuale con Trump nel 2006. Il giudice Juan Merchan ha negato entrambe le richieste.

Come ha suggerito Daniels, Trump potrebbe anche prestare giuramento e prendere posizione nel caso e affrontare le sue affermazioni nella parte del processo riservata alla difesa. Non è chiaro se lo farà.

Merchan ha detto agli avvocati di Trump che avevano ampie opportunità di sollevare obiezioni durante parti della testimonianza di Daniels, ma non lo hanno fatto. Ciò includeva quando Daniels ha detto che Trump non indossava il preservativo quando facevano sesso. Merchan ha anche detto che è stato l’avvocato di Trump, Todd Blanche, ad aprire la porta alle domande sull’incontro sessuale quando ha detto alla giuria nella sua dichiarazione di apertura che le affermazioni di Daniels non erano vere.

IN PRECEDENZA: Un giudice ha negato un’altra mozione di Donald Trump per un errore giudiziario nel processo segreto dell’ex presidente.

Il giudice Juan Merchan ha anche negato la richiesta dell’avvocato di Trump di modificare l’ordine di silenzio sull’ex presidente. L’avvocato Todd Blanche ha sostenuto che Trump dovrebbe essere in grado di rispondere alla testimonianza di Stormy Daniels, sostenendo che lei ha cambiato la sua versione di quanto accaduto nel 2006 quando ha affermato che avevano avuto un incontro sessuale.

Il team legale di Trump aveva chiesto l’annullamento del processo sostenendo che la testimonianza di Daniels andava oltre i limiti di ciò che la giuria avrebbe potuto ascoltare. Ma Merchan ha detto ancora una volta agli avvocati dell’ex presidente che avevano ampie opportunità di sollevare obiezioni ma non lo hanno fatto.

Dopo le ultime sentenze, Trump ha continuato a criticare Merchan, definendolo “un giudice corrotto”.

Merchan ha anche incolpato Blanche per aver negato, nella sua dichiarazione di apertura, che l’incontro sessuale del 2006 rivendicato da Daniels sia mai avvenuto. Quella negazione, ha detto Merchan, ha aperto la porta alla possibilità che i giurati ascoltassero la versione dettagliata di Daniels della sua notte con Trump in un hotel a Lake Tahoe.

Questi dettagli “aggiungono un senso di credibilità se la giuria sceglie di crederle”, ha detto Merchan.

Merchan ha aggiunto: “Non avete attaccato alcun elemento del reato”, intendendo i documenti aziendali falsificati contenuti nell’accusa. Poiché Blanche ha negato solo il sesso, Merchan ha detto: “Questo mette il mondo del tuo cliente contro la parola della signora Daniels”.

Per quanto riguarda alcuni di questi dettagli, incluso il fatto che Trump non usa il preservativo, Merchan ha detto che l’avvocato di Trump Susan Necheles avrebbe dovuto opporsi ma non lo ha fatto.

“Perché mai non si è opposta alla menzione di un preservativo, non capisco”, ha detto Merchan.

IN PRECEDENZA: Un avvocato di Donald Trump stamattina ha continuato a martellare i dettagli che nel corso degli anni sono cambiati nei resoconti di Stormy Daniels di un incontro sessuale con Trump del 2006 – e ha ricevuto molte resistenze da parte dell’intrattenitore adulto diventato testimone di alto profilo nel processo segreto di Trump.

Durante uno scontro a fuoco rapido, avanti e indietro, durato quasi tre ore, Susan Necheles ha anche detto che Daniels – dopo aver raccolto $ 130.000 per un accordo di non divulgazione – ha venduto con entusiasmo il suo libro di memorie, venduto merce, è apparso in un reality show televisivo, si è seduto per un film documentario, si è pubblicizzata come mezzo spirituale ed è andata in tournée come ballerina adulta usando il suo “presunto” incontro sessuale con Trump come gancio.

Necheles ha stimato che Daniels avesse guadagnato 1 milione di dollari o più da iniziative varie dopo essere diventato noto per un incontro sessuale adultero con Trump, e ha detto che Daniels una volta disse a uno scrittore di Slate “o volevi soldi o lo avresti ferito politicamente”.

Daniels ha ribattuto dicendo che stava solo facendo il suo lavoro e pagando le spese legali “straordinarie” che aveva accumulato litigando con Trump. Ha testimoniato di “odiare” il marketing per un tour americano di strip club, pubblicizzato come “Make America Horny Again” – un’opera teatrale sullo slogan di Trump “Make America Great Again” – sebbene abbia pubblicato i poster promozionali sul suo Instagram.

Necheles ha insistito su Daniels sulle discrepanze tra i resoconti passati e la sua testimonianza martedì, incluso se Trump l’ha invitata personalmente a cena nella sua suite d’albergo a Lake Tahoe nell’estate 2006, se hanno effettivamente spezzato il pane nella suite dell’hotel e se Daniels si è sentita troppo impotente per farlo. rifiutare il sesso con Trump quella notte.

Necheles ha detto che Daniels ha recitato o diretto centinaia di film pornografici, ma martedì ha testimoniato di essersi sentita “stordita” alla vista di Trump che la aspettava a letto in boxer e maglietta.

Daniels ha risposto che la sua reazione è stata quella di uscire dal bagno e trovare inaspettatamente un uomo il doppio della sua età mezzo nudo.

Necheles ha anche messo in dubbio la testimonianza di Daniels riguardo “uno squilibrio di potere” tra lei e Trump nei momenti precedenti l’incontro sessuale. “Hai scritto di averlo reso la tua puttana nel tuo libro”, ha detto Necheles, riferendosi a un passaggio del libro di memorie di Daniels del 2018, Divulgazione completain cui ha descritto di aver affrontato Trump durante una lunga conversazione che ha preceduto l’incontro sessuale.

“Signora”, continuò Necheles, “Lei afferma ‘L’ho reso la mia puttana’ ma ‘Non posso dire di no a fare sesso con lui?'”

Un grand jury di Manhattan ha incriminato l’ex presidente degli Stati Uniti il ​​30 marzo 2023, accusando Trump di aver cospirato per influenzare le elezioni del 2016 falsificando documenti aziendali al fine di nascondere il rimborso all’avvocato Michael Cohen dei 130.000 dollari che Cohen aveva pagato a Daniels per il suo silenzio. Necheles ha recuperato un tweet di quel giorno, in cui Daniels scriveva di bere champagne e indirizzava altri tweeter al suo sito di merchandising.

“E quello stavi pagando la tua merce, giusto?” chiese Necheles.

“Sono io che faccio il mio lavoro”, ha risposto Daniels.

Più tardi, su consiglio del vice procuratore distrettuale Susan Hoffinger, Daniels ha detto di non aver mai testimoniato davanti al gran giurì.

“Quindi non hai niente a che fare con le accuse in questo caso?” ha chiesto Hoffinger, una domanda che ha suscitato una rapida obiezione da parte di Necheles, annullata dal giudice Juan Merchan.

“Non l’ho fatto”, ha risposto Daniels.

Alla domanda di Hoffinger se l’intera esperienza di Trump è stata un “netto positivo o netto negativo nella tua vita”, Daniels ha fatto una pausa e ha detto: “Negativo”. In precedenza, aveva detto che avrebbe dovuto assumere agenti di sicurezza, prendere ulteriori precauzioni per sua figlia, trasferirsi due volte e pagare le spese legali legate al suo tentativo di infrangere l’accordo di non divulgazione.

Hoffinger ha anche cercato di chiarire le testimonianze sui tweet di Daniels, sottolineando che a volte rispondeva a commentatori ostili. Quando Daniels ha postato che avrebbe “ballato per strada” quando Trump fosse stato “selezionato” per la prigione, era una risposta a un tweet che la chiamava “una disgustosa prostituta degenerata” che “accetta denaro per incastrare un uomo innocente”, intendendo Trump, che il tweeter ha previsto sarà “selezionato da una valanga di voti nel 2024”.

Hoffinger ha anche affermato che nella fallita causa di Daniels per uscire dall’accordo di non divulgazione, l’avvocato di Trump, nei documenti del tribunale del giugno 2018, ha confermato che Trump aveva rimborsato Cohen.

Daniels ha lasciato la tribuna dopo due giorni di testimonianza. È stata seguita da Rebecca Manochio, un’impiegata contabile della Trump Organization, che ha tracciato una traccia di documenti che mostrano che gli assegni di Trump nel 2017 – che secondo i pubblici ministeri includevano rimborsi illegali a Cohen – sono andati prima tramite FedEx alla guardia del corpo di Trump, Keith Schiller, in una casa. indirizzo a Washington, DC, prima di essere rispedito con la firma di Trump.

Daniels, nella sua testimonianza, ha detto di aver incontrato Schiller al torneo di golf delle celebrità di Lake Tahoe nel 2006, dove è avvenuto l’incontro sessuale, e che è stato Schiller a estendere l’invito a cena.

Con Necheles che la accusava di dire bugie per fare soldi, Daniels ha difeso la verità del suo racconto, dicendo che “se quella storia fosse falsa, l’avrei scritta per essere molto migliore”.

—Ted Johnson ha contribuito a questo rapporto.

-

PREV Inondazioni in Africa orientale: colpite oltre 635.000 persone (OIM)
NEXT Il presidente del Policing Board dell’NI chiede un incontro urgente sulla sorveglianza dei giornalisti