Recensione di Animal Well – Recensione

Recensione di Animal Well – Recensione
Recensione di Animal Well – Recensione
-

Gameplay diegetico, in parole povere: i giochi che insegnano al giocatore senza l’ausilio di una casella di testo, è un evento raro al giorno d’oggi. Forse è il timore che la confusione e la mancanza di direzione allontanino la maggior parte dei giocatori o semplicemente perché una combinazione di meccaniche di gioco può creare confusione piuttosto rapidamente. Sono rimasto quindi piacevolmente sorpreso dal fatto che giocando ad ANIMAL WELL le uniche caselle di testo che apparivano erano quelle di conferma se salvare o meno. ANIMAL WELL è avvolto nel mistero e progettato con un intento chiaro. Sebbene non tutti gli ingranaggi della macchina scorrano in modo fluido, l’esperienza in stile metroidvania è memorabile e si distingue dalla concorrenza quasi ogni volta che ne ha la possibilità.

ANIMAL WELL non presenta una lunga scansione del testo o una descrizione di dove ti trovi, ma ti catapulta immediatamente nel mezzo di un dungeon oscuro e tentacolare, come dice il titolo. Anche se molto resta nell’oscurità, in senso letterale e figurato, il tuo obiettivo principale è recuperare quattro fiamme sparse per la mappa. Armato solo di un salto, dovrai risolvere enigmi, trovare percorsi per procedere e attivare interruttori per aprire porte e serrature. Nel frattempo l’oscurità avvolge le profondità del pozzo e i suoi abitanti animaleschi.

La vaghezza di questa descrizione è in realtà solo la mia interpretazione personale, “senza spoiler”. Il creatore di ANIMAL WELL ha dichiarato la sua intenzione di mantenere nascosti molti dei segreti del gioco e il gioco fa un ottimo lavoro in questo, anche a volte a proprio discapito. Non posso raccontarvi gli eventi di ciò che accade in ANIMAL WELL. A differenza di Hollow Knight, dove è previsto un filo da seguire, ANIMAL WELL è davvero incentrato sulle vibrazioni. E cavolo, che vibrazioni sono. Sembra un vecchio gioco a 8 o 16 bit, con linee di scansione accomodanti, il gioco riesce ad apparire assolutamente stupendo quasi sempre. La sua forza risiede soprattutto nell’illuminazione e nell’effetto di profondità di campo negli sfondi. Dalle goccioline che cadono dal soffitto all’accensione dei petardi che volano via in scie colorate e in tutte le direzioni. Se giochi su un modello Switch OLED in modalità portatile o su una TV OLED, il risultato è sorprendente grazie all’uso dei neri.

L’illuminazione e il tuo campo visivo diventano fondamentali mentre esplori le curve e le svolte all’interno del pozzo. Le posizioni delle fiamme sono tutte facili da distinguere e sembrano distintive per l’ambientazione e l’atmosfera. Dalle profondità acquose sul fondo del pozzo, alla crescita che ha preso il sopravvento nelle zone più alte. Con alcuni trucchi intelligenti e quei cosiddetti segreti, il gioco diventa rapidamente un modo per imparare a navigare nel pozzo risolvendo enigmi. Man mano che procedi, ottieni oggetti che fungono da potenziamenti. Ad esempio un montascale, che quando cade su una superficie elevata inizierà a muoversi verso il basso e può tenere premuti gli interruttori. Un altro oggetto è uno Yo-Yo che può essere utilizzato per raggiungere lunghe distanze o addirittura attirare animali affinché si spostino in luoghi specifici. In combinazione con l’attraversamento istantaneo tra gli schermi, che è qualcosa di cui non sapevo di aver bisogno nei miei metroidvania, rende il combinare tutti i pezzi insieme incredibilmente soddisfacente.

Potresti aver notato che non ho ancora usato la parola nemico una volta. Ciò che mi ha davvero sorpreso è che ANIMAL WELL non prevede alcun tipo di combattimento attivo. Laddove Samus può sparare raggi a piacimento per sconfiggere i nemici o interagire con il mondo, ANIMAL WELL si basa solo su piattaforme a tempo, posizionandoti e distraendo ostacoli o animali aggressivi. È una scelta coraggiosa, soprattutto perché il gioco presenta diverse quelle che potrebbero essere descritte solo come “battaglie contro i boss”. Laddove durante l’esplorazione è divertente correre in giro e scoprire metodi per sbarazzarsi degli ostacoli o attaccare gli animali, questi boss sembravano davvero aver rotto con l’identità principale di ANIMAL WELL. Poiché non puoi attaccare direttamente i boss, tendono a ricorrere alla scoperta di schemi e al tentativo di sopravvivere il più a lungo possibile. Questi sono stati davvero alcuni dei picchi di difficoltà più irregolari e frustranti del gioco. Un boss ti insegue per un lungo tratto del livello mentre devi raggiungere un punto specifico. Può essere divertente tracciare il percorso, ma dover riprovare più di quindici volte è diventato noioso e frustrante. D’altra parte, il confronto finale è stato sorprendentemente deludente e breve, lasciandomi desiderare di più.

Ci sono un sacco di segreti nascosti e oggetti da collezione che puoi ottenere mentre impari sempre meglio come navigare nel pozzo. Usare la mappa è essenziale tanto quanto imparare a cronometrare i salti. Tutto ciò rende ANIMAL WELL memorabile in un modo che non si può dire per altri metroidvania recenti. Prince of Persia: The Lost Crown ha una mappa enorme e un sistema di combattimento abbastanza approfondito, mentre ANIMAL WELL è breve e conciso nell’insegnare al giocatore come esplorare. Metroid: Dread riguarda parti di gioco segmentate, in cui ogni bioma si riferisce a un altro set di abilità. In ANIMAL WELL ho sentito che il gioco non ha mai sentito il bisogno di nascondere le informazioni, ma voleva che quasi interrompessi la sequenza fin dall’inizio. E Hollow Knight si diverte con la sua atmosfera e la costruzione del mondo, ma ANIMAL WELL è deciso a innervosire il giocatore non spiegando una sola cosa. Rende il gioco emozionante, a volte è teso giocare e anche quando mi sono impegnato solo in una breve sessione di 20 minuti mi sono ritrovato risucchiato dai suoi misteri e dal rifiuto di illuminarmi. È una corda tesa su cui non molti giochi riescono a camminare, ma ANIMAL WELL lo fa magistralmente.

Tuttavia non è perfetto. Le suddette battaglie contro i boss possono essere noiose e frustranti. Alcuni segreti o passaggi a volte erano un po’ troppo ottusi. E una cosa di cui non ero particolarmente soddisfatto era un segmento in cui gli animali in gabbia, in questo caso i gatti, emettevano un suono così terribile di dolore e angoscia che ho dovuto ricorrere a disattivare completamente il gioco. Mi piacerebbe se lo sviluppatore potesse aggiungere questi particolari “suoni di angoscia degli animali” come interruttore nelle opzioni audio. Infine, il gioco è sorprendentemente breve se non sei deciso a trovare tutti i segreti e gli oggetti da collezione. Sono sicuro che ci sono giocatori che si divertiranno moltissimo con questo e potranno facilmente espandere il loro tempo di gioco. Ma proprio quando avevo trovato la maggior parte degli oggetti e superato la sfida finale, speravo in un po’ più di sostanza nel gioco. Immagino che dovrò tornare indietro e dare la caccia a tutte quelle uova di Pasqua.

ANIMAL WELL è davvero diverso da qualsiasi cosa abbia mai giocato. A prima vista sembra un metroidvania elegante e splendido che richiama un sentimento retrò. Ma sotto il cofano, il gioco si destreggia tra così tante idee contemporaneamente che lentamente mi hanno coinvolto nell’esperienza. Alla fine, mi sembrava di aver visto cosa poteva riservare il futuro del genere metroidvania. Anche se fa cadere qualche palla mentre si destreggia tra tutti questi meccanismi, come le battaglie contro i boss. Tuttavia, ANIMAL WELL è un gioco brillantemente messo insieme che consiglio vivamente a chiunque voglia perdersi in un gioco piccolo ma progettato in modo intricato. Sono abbastanza convinto che sia i designer che i giocatori approfondiranno questo aspetto nei prossimi anni.

-

PREV Elezioni presidenziali americane: Trump e i suoi alleati preparano il terreno per contestare il risultato
NEXT Secondo il ministro degli Esteri ceco, l’Unione europea approva l’utilizzo dei proventi dei beni congelati della Banca centrale russa