DXY: Il dollaro USA acquisisce uno slancio positivo

DXY: Il dollaro USA acquisisce uno slancio positivo
DXY: Il dollaro USA acquisisce uno slancio positivo
-

L’indice del dollaro USADXY) è diminuito di quasi lo 0,64% nelle ultime cinque sessioni poiché gli ultimi dati sulle buste paga non agricole sono risultati più deboli del previsto. La stampa debole ha alimentato l’ottimismo attorno a un potenziale taglio dei tassi. Eppure, le attuali tensioni geopolitiche globali, insieme agli sviluppi nei mercati valutari, indicano un graduale accumulo di slancio positivo nel dollaro USA.

Discorso sulla politica degli Stati Uniti

L’ultimo rapporto sui libri paga non agricoli (NFP) ha indicato un’aggiunta di 175.000 posti di lavoro in aprile. The Street si aspettava un’aggiunta di quasi 243.00 posti di lavoro. Negli ultimi giorni, il dato NFP ha sostanzialmente annullato i timori di un ulteriore aumento dei tassi, aumentando al tempo stesso l’ottimismo per un taglio dei tassi da parte della Fed americana. Tuttavia, oggi Neel Kashkari, presidente della Fed di Minneapolis, ha indicato che potrebbe essere necessario ulteriore impegno per raffreddare l’inflazione e che l’attuale politica monetaria potrebbe non essere sufficientemente restrittiva.

Lo scivolo di Yen

Nel frattempo, lo yen giapponese (FX:USD-JPY) è su una base debole dopo che il segretario al Tesoro Janet Yellen ha previsto che gli interventi valutari del Giappone saranno un evento raro. La scorsa settimana, la Banca del Giappone (BOJ) è probabilmente intervenuta per arginare il calo dello yen, che si aggira ai minimi pluridecennali. Si prevede che lo yen si avvicinerà al livello di 160 contro il dollaro quest’anno.

Percorso tariffario in Europa

Sebbene il percorso dei tassi di interesse negli Stati Uniti non sia chiaro, la Banca Centrale Europea (BCE) sembra destinata a tagliare i tassi mentre l’inflazione nella zona euro diminuisce. Nel frattempo, lo stallo dei negoziati Israele-Hamas e la spinta di Israele verso Rafah potrebbero portare ad un aumento dei rischi geopolitici nei prossimi giorni. Qualsiasi riacutizzazione delle tensioni nella regione potrebbe aumentare la domanda di valuta rifugio per il dollaro.

Si prevede che il DXY aumenterà o diminuirà?

Secondo la Commodity Futures Trading Commission (CFTC), questa spinta ha coinciso con la riduzione delle loro posizioni corte nette in USD da parte dei grandi speculatori valutari. Il ridimensionamento delle posizioni corte indica cautela e potenziale forza del dollaro nei prossimi periodi. Di conseguenza, il DXY potrebbe mostrare forza nel breve termine.

Leggi l’Informativa completa

-

PREV Lo status del dollaro come valuta di riserva deve durare
NEXT Colpo di scena nel caso Mathis Jouanneau: perché suo padre viene incriminato per omicidio, 13 anni dopo?