Inondazioni: a La Madelaine-sous-Montreuil, le vittime si riuniscono per “non addormentarsi”

Inondazioni: a La Madelaine-sous-Montreuil, le vittime si riuniscono per “non addormentarsi”
Inondazioni: a La Madelaine-sous-Montreuil, le vittime si riuniscono per “non addormentarsi”
-

Avranno aspettato che i viottoli ghiaiosi di La Madelaine-sous-Montreuil siano di nuovo percorribili. Gli ultimi giorni, il collettivo delle vittime del disastro di questo piccolo paese di poco più di 100 abitanti lanciato con un’idea guida. “ Tra ogni crisi, tutti si addormentano. Ma non questa volta, non possiamo lasciare che la situazione peggiori. » Frédéric Belpaire e Émery Lens, all’unisono, parlano a favore della ventina di vittime della palude di La Madelaine.

Sullo sfondo il rilevato in terra consolidato con gesso durante i lavori di emergenza. In primo piano, uno degli altri terrapieni che nei giorni scorsi sono stati rinforzati con sacchi di sabbia. – Archivio fotografico Sébastien Jarry

Il problema delle marmellate di ghiaccio a bizzeffe nelle Canche

23 case danneggiate in totale nella città e ancora pochi residenti costretti a vivere lontano dalle proprie case. “ Alcuni di noi dovranno aspettare fino a settembre per tornare e non siamo l’unico villaggio in questo caso », insiste il duo madeleinois. Il temporale di novembre combinato con le inondazioni ha danneggiato notevolmente il paesaggio paludoso. Gli alberi stanno per cadere o minacciano di cadere, le sponde non sono consolidate. “ Davanti a casa mia (chemin de la Hayette), continua Émery, sono presenti diversi alberi che ostruiscono il corso delle Canche. Non viene fatto nulla. Chiediamo una cosa semplice: la pulizia delle Canche. »

Tra ogni crisi, tutti si addormentano. Ma non questa volta, non possiamo lasciare che la situazione peggiori.

Frédéric Belpaire e Émery Lenscollettivo delle vittime di Madelaine

Anche i decisori locali sono nel mirino della collettività. “ Nella città sono stati avviati lavori di emergenza: rafforzamento dei lavori di sterro intorno a La Grenouillère e il suo ampliamento, in particolare del Chemin du bac d’Attin. Ma le banche non sono affatto consolidate. » Le vittime di La Madelaine sperano ora di incontrare gli altri collettivi per “ stabilire un percorso comune “.

Per contattare il collettivo: 06 82 00 92 23.

-

PREV scanner, ecografia, oncologia… Questo centro ospedaliero per animali è all’avanguardia della tecnologia
NEXT Bruno Roblès, confida il suo inaspettato coinvolgimento in un caso di omicidio