Giovedì dell’Ascensione: cosa si celebra in questo giorno festivo, nel mezzo di un fine settimana di cinque giorni?

Giovedì dell’Ascensione: cosa si celebra in questo giorno festivo, nel mezzo di un fine settimana di cinque giorni?
Giovedì dell’Ascensione: cosa si celebra in questo giorno festivo, nel mezzo di un fine settimana di cinque giorni?
-

Due giorni festivi consecutivi sono abbastanza rari nel calendario da sottolinearlo. Nel 2024, l’8 maggio, che la prossima settimana celebrerà la capitolazione della Germania nel 1945, sarà seguito direttamente dal giovedì dell’Ascensione, anch’esso non lavorativo per gran parte delle professioni. Dopo questi due giorni festivi, il venerdì potrà essere oggetto di un ponte e anche non lavorativo, soprattutto nelle scuole e in alcune istituzioni. Risultato: grazie o meno alla sola presentazione di un congedo o di una RTT venerdì 10 maggio, potenzialmente vi potrà essere offerto un fine settimana di cinque giorni.

Si prega di notare che dal 2015, il Ministero dell’Istruzione Nazionale ha sistematicamente liberato i venerdì nelle scuole, in modo che gli studenti possano beneficiare di un lungo fine settimana. Questo è l’unico “ponte” sistematico del calendario scolastico.

  • Cosa celebrano i cristiani?

Situata tra Pasqua e Pentecoste, l’Ascensione è una festa cristiana che celebra, secondo i testi, il giorno in cui Gesù Cristo lasciò i suoi discepoli per unirsi al Padre nei cieli. Commemora l’ascensione di Gesù Cristo al cielo 40 giorni dopo la sua risurrezione. Il nome di questa celebrazione deriva dal latino “ascensio”, che significa “salire verso”. Per i cristiani, questa data simboleggia la vita eterna.

  • Perché cade sempre di giovedì?

Come affermato in precedenza, l’Ascensione di Gesù Cristo al cielo ebbe luogo 40 giorni dopo la sua risurrezione. Sebbene la data cambi ogni anno, l’Ascensione cade sempre di giovedì, poiché avviene sempre il 40° giorno dopo la domenica di Pasqua, il giorno della risurrezione di Cristo.

  • Perché e da quando è un giorno festivo?

In Francia, il giorno dell’Ascensione divenne un giorno non lavorativo durante l’Ancien Régime, quando il paese, prevalentemente rurale, viveva al ritmo delle feste cristiane. Durante la Rivoluzione francese le celebrazioni secolari sostituirono le feste cristiane del Natale, dell’Ascensione, dell’Assunta e di Ognissanti, ma queste ultime furono ripristinate nel 1802 da Napoleone Bonaparte con il Concordato firmato con Papa Pio VII.

Nonostante la separazione tra Chiesa e Stato nel 1905, l’Ascensione rimase un giorno festivo, come il Natale, l’Assunzione e Ognissanti.

-

PREV un anno dopo, testimoniano la madre e il compagno di Manon
NEXT Le azioni crollano, dollaro stabile in vista dei verbali della Fed; la criptovaluta vola