I prezzi alimentari mondiali ricominciano a salire leggermente (FAO)

I prezzi alimentari mondiali ricominciano a salire leggermente (FAO)
I prezzi alimentari mondiali ricominciano a salire leggermente (FAO)
-

Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), i prezzi alimentari mondiali hanno registrato una ripresa nel mese di aprile, spinti dall’aumento dei prezzi della carne, dei cereali e degli oli vegetali, che tuttavia rileva riduzioni nei prodotti lattiero-caseari e nello zucchero.

L’indice della FAO, che traccia i prezzi internazionali di un paniere di materie prime, è aumentato dello 0,3% da marzo, ma è sceso del 9,6% rispetto allo stesso periodo del 2023, specifica l’organismo delle Nazioni Unite nel suo nuovo rapporto.

Allo stesso modo, l’indice dei prezzi dei cereali è aumentato dello 0,3% rispetto a marzo, terminando una traiettoria discendente durata tre mesi, spiega la FAO, evidenziando un aumento dei prezzi all’esportazione del mais, colpiti da una forte domanda in un contesto di crescenti interruzioni logistiche, mentre i prezzi del riso sono scesi dell’1,8%.

Per quanto riguarda gli oli vegetali, l’indice FAO ha registrato un aumento dello 0,3% rispetto a marzo, raggiungendo il massimo in 13 mesi, poiché l’aumento delle quotazioni dell’olio di girasole e di colza ha compensato il leggero calo dei prezzi dell’olio di palma e di soia.

Anche i prezzi della carne sono aumentati dell’1,6% ad aprile rispetto al mese precedente, con i prezzi internazionali di pollame, bovini e ovini tutti in aumento, ha aggiunto la stessa fonte, sottolineando che i prezzi dello zucchero sono aumentati del 4,4% da marzo ed sono inferiori del 14,7% rispetto ad aprile Livello 2023.

Per quanto riguarda i prezzi dei prodotti lattiero-caseari, l’Indice FAO mostra un lieve calo, pari allo 0,3%, chiudendo sei mesi consecutivi di aumenti, a causa della debole domanda di importazioni spot di latte scremato in polvere e del calo dei prezzi mondiali dei formaggi, trainato dal rafforzamento degli Stati Uniti. dollaro. I prezzi globali del burro, d’altro canto, sono aumentati a causa della stabile domanda di importazioni.
Con MAPPA

-

PREV Morte di Gaston Mbengue: ex ministro consigliere
NEXT Biden afferma che “l’ordine deve prevalere” nei campus