“I prezzi degli hotel diminuiscono a Parigi durante i Giochi Olimpici”

“I prezzi degli hotel diminuiscono a Parigi durante i Giochi Olimpici”
“I prezzi degli hotel diminuiscono a Parigi durante i Giochi Olimpici”
-

Hai guidato Booking.com per 4 anni, fino al 2020. Quali ruoli hai ricoperto dal 2020 e perché torni a Booking?

Vanessa Heydorff (direttore generale Francia di Booking.com): Ho lavorato presso Karhoo, una piattaforma digitale focalizzata sulla mobilità, come vicepresidente senior, poi per due anni come consulente per il commercio estero per la Francia. Mi piace molto il settore dei viaggi e del turismo. Da qui il mio ritorno su Booking.com, dopo questa ricca esperienza nel campo dell’innovazione, dell’inclusione e della diversità.

Qual è la tua tabella di marcia?

Vanessa Heydorff: Sto seguendo la roadmap di Booking, che consiste nello sviluppare un’offerta di viaggio connessa: con hotel, alloggi alternativi, voli, attrazioni, ristoranti, ecc.

Siamo uno sportello unico. (…) Le vendite di biglietti aerei sono aumentate del 73% nel primo trimestre del 2023.

Questo significa che Booking non vuole più essere identificato come una piattaforma di prenotazione alberghiera, ma un vero e proprio hub di viaggi?

Vanessa Heydorff : Sì, siamo uno sportello unico (n.d.r.). Oltre alla prenotazione degli hotel, desideriamo offrire un’esperienza di viaggio fluida, dalla pianificazione al ritorno a casa. Stiamo così sviluppando l’idea del viaggio connesso. Ad esempio, le vendite di biglietti aerei sono aumentate del 73% nel primo trimestre del 2023. La tendenza è continuata per il resto dell’anno. In linea con le tendenze dei consumatori, nell’offerta di trasporto terrestre, ora disponiamo di taxi elettrici e noleggio di veicoli elettrici in più di 130 paesi.

Questa strategia di diversificazione coinvolge solo i partner white label?

Vanessa Heydorff: Sì, dai segni bianchi nei trasporti, nelle attrazioni e nei ristoranti. Abbiamo diversificato anche gli alloggi. Dei 26 milioni di annunci di alloggi, abbiamo 7,2 milioni di annunci di alloggi alternativi. Il segmento degli alloggi alternativi ha registrato nel terzo trimestre 2023 un aumento del +24% delle notti prenotate. La sua crescita supera quella degli alberghi. Oggi ciò rappresenta il 33% di tutti i pernottamenti prenotati.

Quali sono i trend delle prenotazioni nel 2024?

Vanessa Heydorff: Rimaniamo decisamente ottimisti per il 2024 (vedi riquadro sottostante, ndr). Continuiamo a osservare la resilienza dei viaggiatori. In termini di tendenze di ricerca, i clienti internazionali aspirano a venire in Francia un po’ più di prima, soprattutto americani ma anche asiatici. Anche la provincia e il mare registrano una forte crescita in termini di viaggi in Francia.

Qual è l’impatto dei Giochi Olimpici sulla domanda, soprattutto in termini di ricerche e prezzi? I professionisti si rallegrano dell’aumento delle presenze, altri temono strategie di elusione.

Vanessa Heydorff: In termini di tendenze di ricerca, la domanda dei clienti internazionali cresce più rapidamente di quella dei clienti nazionali. Notiamo che i prezzi fissati dagli hotel a Parigi attualmente stanno diminuendo durante il periodo dei Giochi Olimpici. Ciò che sentiamo dal mercato è che negli hotel parigini c’è ancora disponibilità. Inoltre, sempre durante il periodo delle Olimpiadi, le città a circa 1h30 da Parigi, come Amiens, Orléans o Angers, hanno registrato un aumento abbastanza forte delle ricerche.

Altro soggetto franco-francese, Thierry Marx vuole lanciare un “Booking” in stile francese. Una reazione?

Vanessa Heydorff: Siamo sempre entusiasti di vedere nuovi attori entrare nel mercato. Ciò è stimolante per lo sviluppo del settore turistico e delle sue buone pratiche. Per noi, come azienda europea, il quadro europeo ci sembra rilevante per avere un’offerta adattata ai nostri partner, a livello globale.

Il 50% delle prenotazioni sarà infine influenzato da forme profonde di intelligenza artificiale.

Booking.com ha sede ad Amsterdam. Una città che ora dice “no” ai nuovi hotel? Riesci a capire una decisione del genere?

Vanessa Heydorff: Abbiamo sempre adottato un approccio collaborativo alla gestione delle soglie di affollamento, con tutte le parti interessate. Due cose ci sembrano importanti: la visione di un turismo i cui benefici siano distribuiti equamente e destinazioni piacevoli da vivere per i residenti. Sosterremo quindi la visione di Amsterdam. Cerchiamo di essere in partenariato con le città, in Francia e a livello internazionale. Dobbiamo mantenere il dialogo locale, è essenziale.

Dopo la disattivazione di un tanto criticato badge di viaggio sostenibile, voluto dai Paesi Bassi, cosa ha deciso di esporre Booking?

Vanessa Heydorff: Abbiamo seguito le raccomandazioni dell’Autorità olandese per i consumatori e il mercato. La visualizzazione da 1 a 3 fogli non esiste più, a livello globale. Abbiamo aggiornato il nostro sito, introducendo il certificato di sostenibilità. I viaggiatori possono così filtrare e identificare gli alloggi certificati da un organismo terzo. È essenziale. Secondo uno dei nostri studi, l’83% dei viaggiatori desidera viaggiare in modo più sostenibile.

Cosa sta sviluppando Booking in termini di intelligenza artificiale?

Vanessa Heydorff: Lavoriamo sull’intelligenza artificiale e sul machine learning da moltissimo tempo. Vogliamo arricchire l’esperienza del viaggiatore. Secondo le nostre previsioni, entro pochi anni, il 50% delle prenotazioni sarà interessato da forme più profonde di IA. Abbiamo già implementato il Trip Planner AI, che consiglia i viaggiatori e risponde alle loro domande. Questo pianificatore è ancora in fase pilota. Non conosciamo ancora la data di implementazione in Europa. che ci sembra fondamentale. Circa il 48% dei viaggiatori si affida già all’intelligenza artificiale per pianificare i propri viaggi.

Un buon primo trimestre del 2024

Booking annuncia 43,5 miliardi di dollari di prenotazioni lorde nel primo trimestre del 2024 terminato a marzo, con un aumento del 10% su base annua. Nello stesso periodo il numero di notti prenotate è aumentato del 9%. “La crescita dei pernottamenti superiore alle aspettative è dovuta alla buona domanda di fondo, ai risultati migliori del previsto in Europa e all’impatto negativo della guerra in Medio Oriente inferiore alle aspettative”, ha affermato il direttore finanziario Ewout Steenbergen durante la conferenza stampa. una teleconferenza con gli analisti. L’azienda con sede a Norwalk (Connecticut) ha registrato un fatturato trimestrale di 4,41 miliardi di dollari (+17%).

-

PREV Aloïse, un film raro da vedere mercoledì alla Strada
NEXT Morte di Bill Walton (1952-2024) • Basket USA