Inondazioni: Porte des Pierres Dorées con i piedi nell’acqua

Inondazioni: Porte des Pierres Dorées con i piedi nell’acqua
Inondazioni: Porte des Pierres Dorées con i piedi nell’acqua
-

“Vivo nella zona da 50 anni e non l’ho mai visto!”. In piedi sul bordo della strada di Tarare, un abitante di Chessy-les-Mines contempla le onde che si infrangono davanti alla stazione di servizio Eni e al centro automobilistico di Liergues ha Porta delle Pietre d’Oro.

Chi era venuto a riparare la sua macchina dovrà tornare più tardi: dopo il temporale di ieri sera, il Merloux è traboccante ampiamente e i bordi del fiume sono allagato.

Avvia la presentazione8 foto

La mattina presto del 2 maggio, la situazione era ancora peggiore: un abitante di Jarnioux, partito alle 7,40 per lavorare a Lione, ha impiegato più di un’ora per raggiungere l’autostrada a Villefranche: sulla A6, la corsia di sinistra inoltre è stato chiuso al traffico a causaalluvione.

Se il livello dell’acqua è già sceso notevolmente dalle 8 del mattino, a Liergues sono state predisposte delle deviazioni, che erano ancora in vigore a metà mattinata, per evitare le strade più colpite dal inondazioni.

Diversi altri comuni del Beaujolais colpiti

Porta delle Pietre d’Oro non è stata l’unica città allagata questa mattina.

Mentre c’è il dipartimento del Rodano vigilanza gialla delle inondazioni di pioggia questo giovedì, all’incrocio dell’Avé Maria a Villefranche ma anche a Châtillon-d’Azergues, Charentay, Charnay o Gleizé, strade dipartimentali sono stato tagliato al traffico.

E’ possibile seguire l’evolversi della situazione su inforoute69.

-

PREV se ti dicessi quello che so…
NEXT Presto il Dji Mini 3 scende al suo prezzo più basso per le Giornate francesi, approfittane!