Saks afferma che la decisione sulla criminalizzazione della droga è “urgente”, BC afferma che i federali hanno tutto ciò di cui hanno bisogno

Saks afferma che la decisione sulla criminalizzazione della droga è “urgente”, BC afferma che i federali hanno tutto ciò di cui hanno bisogno
Saks afferma che la decisione sulla criminalizzazione della droga è “urgente”, BC afferma che i federali hanno tutto ciò di cui hanno bisogno
-

OTTAWA – Il ministro delle dipendenze Ya’ara Saks ha detto che ha bisogno di maggiori informazioni dalla Columbia Britannica prima di poter prendere una decisione sulla recriminalizzazione dell’uso pubblico di droga in quella provincia, ma la provincia dice che ha già tutto ciò di cui ha bisogno.

La settimana scorsa BC ha chiesto a Health Canada di modificare un’esenzione che depenalizzava le droghe pesanti in quella provincia per recriminalizzare l’uso pubblico di droghe.

Mercoledì Saks ha detto ai giornalisti a Ottawa che la decisione doveva essere presa con urgenza, ma aveva bisogno di qualcosa di più da parte della provincia.

“Abbiamo chiesto a BC aggiornamenti e maggiori informazioni su ciò che ci hanno presentato”, ha detto Saks mentre si recava a una riunione del caucus liberale mercoledì.

“Comprendiamo che si tratta di una questione urgente, motivo per cui abbiamo chiesto loro di risponderci con urgenza in modo da poter affrontare la questione.”

Saks non ha voluto dire quali informazioni le sono state richieste e il suo ufficio non ha risposto immediatamente alla richiesta di dettagli.

Il ministro della Sanità della BC Adrian Dix, tuttavia, ha detto che è difficile per lui immaginare che l’azione federale stia aspettando maggiori informazioni dalla provincia, con Saks e il primo ministro Justin Trudeau che sono stati informati.

Una dichiarazione del Ministero della salute mentale e delle dipendenze di BC afferma che la provincia ha ricevuto una richiesta di ulteriori informazioni mercoledì mattina e ha già risposto con ulteriori dati sull’uso di sostanze insieme a possibili indicazioni per la polizia.

“Continueremo a lavorare rapidamente con il governo federale affinché questi cambiamenti possano essere attuati il ​​prima possibile, in modo che la polizia possa avere gli strumenti necessari per affrontare il consumo di droga negli spazi pubblici”, si legge nella dichiarazione.

La provincia è impegnata da un anno in un progetto pilota triennale per depenalizzare il possesso di piccole quantità di alcune droghe illegali, tra cui eroina, fentanil, cocaina e metanfetamine. È stata rilasciata un’esenzione da parte di Health Canada per consentire al progetto pilota di procedere.

La richiesta avanzata la scorsa settimana dal premier della British Columbia David Eby, chiedeva di modificare l’esenzione per recriminalizzare l’uso di tali farmaci negli spazi pubblici, come ospedali e parchi, a seguito delle preoccupazioni della polizia e degli operatori sanitari e della reazione del pubblico..

Il possesso in spazi privati ​​rimarrebbe comunque coperto dal programma di depenalizzazione.

Dix ha detto mercoledì che Eby aveva già parlato con Trudeau, e Saks si è consultato con il ministro delle dipendenze della British Columbia, Jennifer Whiteside. Eby ha detto la settimana scorsa che il governo federale si aspettava “pienamente” la sua richiesta, poiché la provincia aveva parlato con Health Canada e il suo governo federale. controparti “per un po’ adesso.”

Dix non ha confermato quali informazioni fossero state richieste, ma ha detto che le loro controparti federali “sono state tenute informate”.

“Vogliamo che agiscano perché stiamo adottando tutte le misure necessarie qui”, ha detto Dix durante una conferenza stampa non correlata.

“È difficile per me immaginare che la loro mancata azione sia dovuta alla mancanza di informazioni perché, francamente, stiamo fornendo loro tutte le informazioni di cui disponiamo per garantire che ciò avvenga rapidamente e rapidamente.”

La richiesta di Eby è diventata una delle principali priorità dei conservatori dell’opposizione questa settimana, e il leader Pierre Poilievre ha chiesto al governo di recriminalizzare immediatamente la droga negli spazi pubblici in British Columbia.

Brad Vis, un deputato conservatore della Columbia Britannica, ha detto ai giornalisti di Parliament Hill che Saks non era in contatto con la realtà dell’uso pubblico di droga e della depenalizzazione nella Columbia Britannica.

“Questo è fuori controllo. Parli con qualsiasi colombiano britannico e non possono sopportare molto di più.”

Poilievre ha anche inviato una lettera a X Wednesday chiedendo a Trudeau di respingere la richiesta di lunga data di Toronto di estendere il progetto pilota di depenalizzazione.

“Se si permette a Toronto di legalizzare le droghe pesanti, come avete fatto con la Columbia Britannica, l’unico risultato sarà lasciare i canadesi più vulnerabili a una vita di miseria e disperazione”, ha scritto Poilievre nella lettera.

Lunedì la Toronto Public Health ha dichiarato in una dichiarazione che sta monitorando l’esperienza di BC e che, nel modello proposto, l’uso pubblico di droghe rimarrebbe illegale.

Il premier dell’Ontario Doug Ford ha ripetuto lunedì il suo appello a Toronto affinché ritiri tale richiesta.

Questo rapporto della Canadian Press è stato pubblicato per la prima volta il 1 maggio 2024.

– Con file di Stephanie Taylor a Ottawa e Brieanna Charlebois a Vancouver.

Laura Osman, La stampa canadese

-

PREV Real Madrid-Bayern Monaco LIVE: Neuer ancora imperiale (0-0)
NEXT Real Madrid-Bayern Monaco LIVE: i giocatori tornano negli spogliatoi dopo un primo tempo di alto livello (0-0)