Le opzioni proposte dalla provincia per mitigare le inondazioni a Calgary sollevano preoccupazioni

Le opzioni proposte dalla provincia per mitigare le inondazioni a Calgary sollevano preoccupazioni
Le opzioni proposte dalla provincia per mitigare le inondazioni a Calgary sollevano preoccupazioni
-

I sostenitori del Glenbowy Ranch Park vicino a Calgary sono preoccupati per le opzioni della provincia per mitigare le inondazioni. La provincia sta attualmente esplorando tre opzioni e chiede alla popolazione di dire la sua sull’argomento.

Vengono valutate due delle tre opzioni completamente catastroficodai difensori del parco. Ritengono che questa decisione potrebbe “distruggere o sopraffare il parco provinciale Glenbow Ranch e il parco Haskayne » a ovest della città di Calgary, se la provincia porta avanti il ​​suo progetto di costruire una diga tra il villaggio di Cochrane e Zampa d’orso.

Nel 2017, il governo ha suggerito di effettuare valutazioni concettuali di tre principali opzioni di bacino sul fiume Arco in modo da miliardi di dollari di danni a Calgary.”,”text”:”ridurre i principali impatti meteorologici catastrofici come le inondazioni del 2013 che hanno causato oltre 5 miliardi di dollari di danni a Calgary.”}}”>ridurre i principali impatti meteorologici catastrofici come le inondazioni del 2013 che hanno causato danni per oltre 5 miliardi di dollari a Calgary.

I risultati della valutazione sono conclusi Morley, Ghost e is-Glenbow, situato a est del villaggio di Cochrane.”,”text”:”che è possibile aumentare lo stoccaggio delle acque delle inondazioni e della siccità nei tre possibili serbatoi; Morley, Ghost e East Glenbow, situato a est del villaggio di Cochrane.”}}”>che è possibile aumentare lo stoccaggio delle acque di piena e di siccità nei tre possibili siti di stoccaggio; Morley, fantasma ed è-Glenbowsituato ad est del villaggio di Cochrane.

Questa opzione sarebbe assolutamente catastrofica per noisottolinea Jeremy Farkas, presidente e amministratore delegato della fondazione Parco del ranch di Glenbow; un’organizzazione senza scopo di lucro dedicata alla protezione e conservazione del parco provinciale Glenbow Ranch.

Dice che un terzo dei 3.300 acri del parco provinciale verrebbero allagati durante un evento meteorologico grave se questa opzione fosse perseguita.

Secondo lui la Provincia dovrebbe “orientarsi verso soluzioni che funzionino […] preservare e mantenere le nostre zone umide” invece di impedirne l’accesso 000persone”,”text”:”alle 200000 persone”}}”>a 200.000 persone che visitano il parco ogni anno.

Sig. Farkas spiega inoltre che questa diga spingerebbe l’acqua verso il comune di Cochrane mettendo in pericolo i residenti.

“Non proteggerebbe Cochrane in caso di alluvione […] né sarebbe utile a quella comunità in caso, ad esempio, di siccità o di carenza d’acqua”, afferma.

E verso est la diga danneggerebbe il parco Haskayne; recentemente sviluppato, secondo il Sig.Farkas.

M$ per poter costruire e sviluppare il parco”,”text”:”Questo è un parco che non è stato aperto nemmeno da un anno. Ci sono voluti quasi 28 milioni di dollari per costruire e sviluppare il parco”}}”>Questo è un parco che non è stato aperto nemmeno da un anno. Ci sono voluti quasi 28 milioni di dollari per costruire e sviluppare il parco.sottolinea il sig. Farkas.

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

Studi concettuali di tre principali opzioni di bacino idrico sul fiume Bow per ridurre il grave impatto catastrofico.

Foto: Governo dell’Alberta

L’altra opzione considerata dalla provincia è il bacino idrico situato tra Seebe E Morley; nella Nazione Stoney Nakoda. La fondazione scoraggia questa opzione, sottolineando che dovrebbe essere rimossa dalle discussioni perché comporterebbe l’allagamento del terreno. 7″,”text”:”i nostri vicini del Trattato7″}}”>i nostri vicini del Trattato 7.

La soluzione migliore, però, secondo la fondazione, sarebbe spostare e ampliare la vasca Fantasma; un serbatoio situato tra Morley ed è-Glenbow.

Questo è un serbatoio molto più stretto e profondo e non avrà gli stessi problemi con fango e sale. Permette inoltre di preservare la linea costiera esistente del bacino.

Consultazioni

La provincia vuole sentire gli abitanti dell’Alberta su come valutare queste opzioni e comprendere le preoccupazioni della comunità. Ha organizzato una sessione informativa virtuale in 3D che le persone possono visualizzare.

Gli albertiani che desiderano valutare queste opzioni hanno tempo fino al 6 maggio.

-

PREV Manifestazioni pro-Gaza: Emmanuel Macron ritiene che gli studenti siano “politicizzati”
NEXT “La battaglia è già vinta mentalmente” contro Tank Davis