All’Ospedale Americano di Parigi, i medici possono ora programmare un intervento chirurgico in pochi clic

All’Ospedale Americano di Parigi, i medici possono ora programmare un intervento chirurgico in pochi clic
All’Ospedale Americano di Parigi, i medici possono ora programmare un intervento chirurgico in pochi clic
-

DSIH, Pierre Derrouch , GIOVEDI 23 MAGGIO 2024

Questa applicazione è stata progettata nell’ambito dello sviluppo della piattaforma di servizi mobili digitali all-in-one, denominata AHP Med, presso l’Ospedale Americano di Parigi. Supportato congiuntamente da Nuance, Microsoft e dalle startup Ascent Wai e Microsoft, mira a mettere la tecnologia al servizio della trasformazione dell’organizzazione dei servizi medici, infermieristici e amministrativi.

Durante una visita, i medici spesso trascorrono del tempo davanti allo schermo del computer per raccogliere informazioni mediche relative alla cura di un paziente, codificare le cure o addirittura organizzare la programmazione di un intervento chirurgico. Per ottimizzare queste fasi di ricerca e di immissione delle informazioni, l’Ospedale Americano di Parigi ha quindi lanciato nel 2020 lo sviluppo di un’applicazione mobile con il supporto del dottor Stéphane Romano, chirurgo ortopedico e presidente della commissione medica dello stabilimento.

Questo lavoro si è basato su un audit di medici, operatori sanitari e responsabili amministrativi per comprendere appieno l’organizzazione dell’intero percorso del paziente. “Un programma del genere può essere realizzato solo in squadra, con un approccio multidisciplinare per ottenere soluzioni adatte al settore”, ha dichiarato mercoledì 21 maggio a SantExpo Félix Mamoudy, direttore della trasformazione e dell’innovazione della struttura, con sede a Neuilly- sur-Seine. E ha aggiunto: “Questa non è l’unica chiave per il successo. Lo sviluppo di una simile innovazione richiede tempo. La governance e gli obiettivi del progetto devono rimanere stabili durante tutto il processo. » “La fase di sviluppo ha richiesto numerose discussioni, in particolare con i data scientist e i team IT dell’ospedale”, ha confermato Laureen Gras, responsabile del progetto digitale. Questo lavoro di collaborazione che ha coinvolto i medici del beta testing ha permesso di risolvere i bug inerenti allo sviluppo di una soluzione digitale ma anche di integrare gli sviluppi richiesti dagli utenti. “L’aspetto trasformativo del progetto contribuisce anche a costruire le basi per progetti futuri”, ha aggiunto Samir Rabhi, direttore vendite di Microsoft Francia che ha portato la sua tecnologia AI all’interno della piattaforma sviluppata da Ascent Wai.

Verso il controllo vocale

Il sostegno degli operatori sanitari dell’Ospedale Americano di Parigi ha convinto la direzione generale a continuare lo sviluppo. Il dottor Stéphane Romano se ne rallegra. Grazie all’interoperabilità della piattaforma AHP Med con i software (GAM, DPI, sala operatoria, ecc.) coinvolti nella programmazione di un intervento chirurgico, “un medico può oggi realizzarlo in 1 minuto, e scegliere una data con il paziente in davanti a lui. » Concretamente, un professionista utilizza il suo smartphone per comunicare tramite un chatbot e scrivere direttamente in questo software, trascorrendo così meno tempo davanti allo schermo. Abbastanza per soddisfare i pazienti. Infatti, come rivelato da uno studio condotto da Nuance su 13.000 pazienti di una decina di paesi in Europa e Australia sulla loro percezione del rapporto con il medico e sul ruolo dell’intelligenza artificiale in questo rapporto, il 30% degli intervistati deplora il tempo trascorso dal medico il medico sul suo computer. Lo ha riferito il dottor Arnaud Wilmet, direttore globale delle informazioni mediche di Nuance. Un’altra lezione dallo studio: il 33% dei pazienti afferma di essere favorevole all’intelligenza artificiale nel campo della salute. Informazioni che potrebbero consolidare la fase successiva dello sviluppo dell’applicazione: passare da un semplice chatbot all’uso della voce con Copilote.

#medici#microsoft#nuancesanitaria#digitale#paziente#Software

-

NEXT Buon affare – L’oggetto connesso di Netatmo Teste termostatiche connesse per radiatori Valvola aggiuntiva “5 stelle” a 59,99 € (-22%)