Puy-l’Évêque. Un campo da circo quest’estate

Puy-l’Évêque. Un campo da circo quest’estate
Puy-l’Évêque. Un campo da circo quest’estate
-

È già possibile per i genitori prenotare in anticipo un posto per i propri figli nel “Colo de cirque” che si svolgerà a fine agosto a Puy-l’Évêque. Sappiamo che i giovani (e anche non solo) sono sempre stati affascinati dalle imprese degli artisti che si esibivano nei circhi. Ebbene, l’associazione Brin de cirque, che già opera nella regione durante l’anno, ha deciso di approfittare delle vacanze scolastiche per organizzare due sessioni di arti circensi.

Con l’obiettivo di inserire i giovani in un ambiente favorevole, è sotto un vero e proprio tendone da circo che si svolgeranno le diverse attività proposte da facilitatori specializzati, qualificati ed esperti. Il tendone sarà installato in un campeggio a Puy-l’Évêque, molto vicino alle rive del Lot. Oltre a scoprire le arti circensi, bambini e ragazzi potranno dedicarsi ad attività nella natura, laboratori di cucina e prepareranno con cura (e sicuramente brillantezza) lo spettacolo di chiusura regalato sotto lo sguardo dei loro cari. I pasti rispetteranno tutti l’etichetta biologica e saranno preparati utilizzando prodotti locali.

La prima sessione, da sabato 17 agosto al 24 agosto, sarà aperta ai giovani dagli 8 ai 12 anni. Ne seguirà una seconda destinata ai ragazzi più grandi, agli adolescenti dai 13 ai 17 anni, dal 24 al 31 agosto. Questi corsi rientrano nel titolo “Vacanze-apprendimento”.

Contatto: tel. 06 37 33 73 26, e-mail: [email protected]. Sito web: www.unbrindecirque.jundo.com. Prezzo: €550 a settimana; il pagamento può essere effettuato in più rate. Il sostegno è possibile anche tramite il Caf (fondo per gli assegni familiari), la MSA (mutua sociale agricola) e i campi di apprendimento (www.educationgouv.fr/les-colos-304050). Flessibilità di apprendimento, sviluppo di indirizzo e abilità, il tutto in un’atmosfera divertente; dovrebbe piacere!

-

PREV Riqualificazione: ex banchiere, Fabien produce macchine arcade a Perche
NEXT L’alternativa ChatGPT alla ricerca Google potrebbe essere presto disponibile