Perché Vincent Kompany al Bayern Monaco non è un’idea così folle come sembra – Tutto il calcio

-

Sarebbe sulla strada giusta: Vincent Kompany potrebbe essere nominato allenatore del Bayern Monaco nelle ore o nei giorni a venire. Tutti sono stupiti, ma ecco perché non è così folle.

La traiettoria di Vincent Company come allenatore seguirà la stessa curva della sua carriera da giocatrice? Dall’Anderlecht, a club trampolino di lancio, ai vertici assoluti: il parallelo è sorprendente. Un terzo posto e una finale di Coppa con la RSCA, un risultato che comincia ad essere apprezzato dai tifosi in questa stagione; una brillante ascesa, poi una quasi inevitabile retrocessione con il Burnley; e ora, una possibilità in uno dei tre-cinque club più grandi del mondo, il Bayern Monaco.

La trattativa per il trasferimento di Kompany al Bayern non è ancora definita, ma sembra essere sulla buona strada. Qualcuno si chiede cosa avrebbe potuto fare “Vince il Principe” per avere questa chance, quando un buon numero di allenatori giovani e talentuosi sono alla portata dei bavaresi. Da parte sua, Vincent è pronto e sta correndo un rischio? Ecco le ragioni che spiegano questa folle scommessa.

Il Bayern viene da una stagione molto negativa

A differenza di tutti gli allenatori del Bayern Monaco dal 2013, Vincent Kompany non si unirebbe al campione tedesco. IL Maestro del disco è stato detronizzato per la prima volta in 11 anni. Peggio ancora: non è nemmeno arrivato secondo. Dobbiamo tornare al 2010-2011 per trovare il Bayern dietro altre due squadre della Bundesliga (Dortmund, Leverkusen).

type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg">>>>>>>>>




Per la prima volta dopo tanto tempo, quindi, riconquistare il Meisterschale sarà l’obiettivo numero 1 del club. Laddove qualunque altro allenatore avrebbe reso solo il “minimo servizio” essendo campione di Germania (pensiamo a tutti questi titoli di cattivo gusto del PSG…), Vincent Kompany farebbe già meglio del suo predecessore.

Il successo di Xabi Alonso

Dov’era Xabi Alonso quando Vincent Kompany arrivò al Burnley, in Championship? L’uomo che è appena stato incoronato campione tedesco senza perdere una sola partita della Bundesliga era ancora… l’allenatore delle giovanili della Real Sociedad. Alonso non arriverà prima dell’ottobre 2022 al Bayer Leverkusen. Basti dire che i rapidi progressi dello spagnolo hanno qualcosa da ispirare al Bayern Monaco.

type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg">
xabi alonso
>
>
>
>
>
>
>
>


xabi alonso


Sentiamo che, nel calcio europeo, un “giovanilismo” comincia a prendere piede poco a poco. Sebastian Hoeness, 2° davanti al Bayern con il Vfb Stoccarda, ha solo 42 anni ed è esploso completamente anche in questa stagione. Questi esempi sono sconcertanti perché nessuno dei due aveva mai ottenuto qualcosa di così impressionante come Kompany con Burnley nel campionato. Perché anche Vincent non poteva rivelarsi?

Un nucleo costruito per il titolo, mezzi illimitati

Lo schema conosciuto all’Anderlecht, poi al Burnley, non si ripeterà al Bayern Monaco. Nei suoi due club precedenti, Vincent Kompany ha finito per scontrarsi con i limiti di budget. Il calcio ambizioso, quasi ingenuo che voleva giocare, non poteva essere giocato con giocatori economici. I sostenitori della RSCA fantasticano su ciò che Kompany avrebbe potuto ottenere con il cuore di questa stagione 2023-2024.

type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg">
azienda
>
>
>
>
>
>
>
>


azienda


La finestra di mercato estiva del Burnley del 2023 è stata un fallimento in gran parte dovuto a Kompany, che chiaramente non ha (ancora) la creatività necessaria per compensare la mancanza di risorse; Al Bayern sarà meglio circondato e avrà un portafoglio quasi illimitato.

Non dimentichiamo che il Claretsin bassa stagione, aveva perso Nathan Tell (Campione tedesco con il Bayer Leverkusen) e Ian Maatsen (Finalista della Champions League con il Borussia Dortmund) e li aveva appena sostituiti posizione per posizione. Al Bayern la Kompany dovrà solo chiedere. Ciò lo metterà ancora più sotto pressione: niente più scuse se si dimostra incapace di mettere in pratica le sue idee.

FC Hollywood, fatto per Kompany?

Il Bayern Monaco è un club a parte. Tutto è “più grande della vita” e ci vogliono le spalle per prenderselo carico, per attirare a sé la luce. Pep Guardiola, che come sappiamo adora le telecamere, lo ha fatto alla perfezione e il suo “figlio spirituale” potrebbe benissimo imitarlo.

type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg"> type="image/webp"> type="image/jpeg">
Azienda Vincent
>
>
>
>
>
>
>
>


Azienda Vincent

Fotonotizie

Ricordiamo l’arrivo in pompa magna di Vincent Kompany all’Anderlecht, in questo costume da allenatore che all’epoca era troppo ambizioso per lui. L’ex capitano del Manchester City ha un’aura e sa come gestire la pressione.

Le “stelle” dello spogliatoio di Monaco non lo impressioneranno, anzi: alcune probabilmente saranno anche cresciute guardandolo vincere trofei con i Citizens. Un punto che sicuramente ha aiutato Xabi Alonso, anche lui una leggenda, al Bayer Leverkusen.

Il fallimento non sarà una tragedia

Tutto ciò, ovviamente, sarà rilevante solo se Vincent Kompany riuscirà a far giocare il Bayern Monaco come ha fatto giocare il Burnley nel 2022-2023. Il “novizio” dell’RSC Anderlecht, talvolta smarrito a bordo campo, talvolta autore di grossolani errori tecnici, non avrà più alcun margine di errore, ma ha nel suo bagaglio due anni in più di esperienza inglese; in questa stagione ha anche assaporato il fallimento e sappiamo che è fondamentale evolversi.

E se non funziona? Diventare allenatore del Bayern Monaco è una linea che resta nel curriculum. Una volta raggiunta la Luna, non è probabile che ricadiate al trentaseiesimo sotto di voi da un giorno all’altro. Vincent Kompany riceve un’occasione d’oro, ma la sua carriera non dipenderà da questo se fallisce, e di certo lo sa…

-

PREV Mbappé liberato, Barcola già splende
NEXT Memorial Cup: Owen Beck e gli Spirit si dirigono verso la finale, dominando Moose Jaw 7 a 1