CASO. Sapiac, l’ultima serata della mitica “la cuvette”: da Auch nel 1908 a Mont-de-Marsan nel 2024, una bella storia…

CASO. Sapiac, l’ultima serata della mitica “la cuvette”: da Auch nel 1908 a Mont-de-Marsan nel 2024, una bella storia…
CASO. Sapiac, l’ultima serata della mitica “la cuvette”: da Auch nel 1908 a Mont-de-Marsan nel 2024, una bella storia…
-

l’essenziale
Di fronte al Mont-de-Marsan, venerdì 10 maggio 2024 sera (19:30), lo stadio Sapiac, a Montauban (Tarn-et-Garonne), avrà vissuto nella sua configurazione attuale e con la pista. Un nuovo recinto emergerà dalla terra ma l’anima di Sapiac resisterà. Uno sguardo indietro a più di un secolo di storia.

L’Unione Sportiva Montalbanese, nata agli inizi del ‘900e secolo si mise subito alla ricerca della sua tana da gioco. Dopo alcuni anni senza una vera inchiostrazione, Jean-Marie Rauffet e André Bardin acquistarono un terreno a Sapiac, che sarebbe diventato la famosa boccia di fama mondiale.

Leggi anche:
CASO. Sapiac, l’ultima serata della mitica “la cuvette”: “Ho fatto un giro in pista”, racconta Xavier Péméja

Lo stadio Sapiac potrebbe essere inaugurato il 6 settembre 1908. Vi si potrebbe organizzare una prima partita, il 18 ottobre dello stesso anno, contro l’Auch. Fondata sul suo territorio, l’USM vinse il suo primo titolo di campionato francese di 2a Serie nel 1909.

Il bacino vittima dell’alluvione del 1930

Lutto dalla prima guerra mondiale, il monumento ai caduti di Sapiac fu inaugurato il 23 ottobre 1921 e, nel 1922, vi si sarebbe svolto un primo incontro internazionale, contro Nottingham. Sapiac viveva al ritmo della città e subì le alluvioni, tra cui quella terribile del 3 marzo 1930.

Leggi anche:
CASO. Sapiac, ultima serata della mitica “la cuvette”: pista e tribuna rase al suolo… I dettagli del nuovo progetto

Il 21 si sono svolti i lavori di protezione dalle inondazionie secolo. Uno stadio con due tribune, quella detta oggi presidenziale (era di legno) e l’altra detta attualmente d’onore (che era di lamiera). È in questo ambiente che la Sapiac diventerà la migliore squadra di Francia nel 1967, alzando lo scudetto del Brennus.

Montauban sarà successivamente campione di Francia più volte a diversi livelli, fino alla Pro D2. Avrà trovato l’élite del rugby francese per alcune stagioni nell’era professionistica.

Sapiac da luogo privato divenne comunale nel 1969

Il livello sportivo raggiunto dall’USM porta i Comuni a preoccuparsi sempre più del futuro del club portabandiera della città. L’USM è stato uno dei migliori vettori di comunicazione della città, anche se Sapiac ha sempre avuto la meglio su Montauban, come un’anomalia unica in Francia.

La svolta fondamentale avvenne il 30 maggio 1969, quando il consiglio comunale accettò che il comune di Montauban diventasse proprietario dello stadio Sapiac, con un contratto di cessione con l’USM; convenzione sempre valida.

Diversi ammodernamenti

Un cambio di proprietà che consentirebbe il rinnovamento degli spalti. Innanzitutto la tribuna d’onore che vive i suoi ultimi giorni, nella sua configurazione attuale. Le lamiere furono demolite per passare alla forma dura con una prima partita della fase finale nel 1973 che contrappose La Voulte al Tarbes. Il municipio ricostruirà quindi l’attuale tribuna presidenziale, inaugurata il 2 dicembre 1979 durante la partita Francia – Romania, tenuta a Montauban dal presidente Albert-Ferrasse. Uno stand ampliato nel 21° secoloe secolo per diventare la tribuna di Patrick Bardot.

Prima di allora, nel 1990, è stata inaugurata l’attuale casa USM. L’8 ottobre 2000 Sapiac inaugura l’attuale illuminazione con il suo ingresso nel mondo professionale. Come possiamo vedere, Sapiac è un luogo che vive e dove le strutture si sono sempre evolute. Continua ad essere così, con il nuovo progetto le cui prime pale cambieranno radicalmente l’aspetto. Come avvenne quando scomparve il cavalletto in lamiera, o sei anni dopo quello in legno.

-

PREV WNBA: Caitlin Clark ha giocato la sua prima partita davanti ai suoi fan di Indiana Fever
NEXT L’OM viene massacrato!