Calcio. Premier League, Liga, Serie A, Bundesliga… I principali temi del fine settimana in Europa

Calcio. Premier League, Liga, Serie A, Bundesliga… I principali temi del fine settimana in Europa
Calcio. Premier League, Liga, Serie A, Bundesliga… I principali temi del fine settimana in Europa
-

Questo fine settimana il calcio europeo avrà gli occhi puntati verso l’Inghilterra, dove Arsenal e Manchester City continueranno il loro testa a testa per il titolo, e verso la Germania, dove il Leverkusen, già sicuro di diventare campione, è ancora in corsa per un nuovo record.

Inghilterra: lotta spietata tra Arsenal e City

L’aria è irrespirabile in vetta alla Premier League, dove Arsenal (1°, 83 punti) e Manchester City (2°, 82 punti, ma una partita di ritardo da giocare) si affrontano colpo su colpo weekend dopo weekend.

I “Citizens” aprono il ballo della 37esima e penultima giornata, sabato (13:30) al Fulham (13°) e l’Arsenal va contro il Manchester United (8°) domenica (17:30). Il poster profuma di classico ma ha perso un po’ di colore: appesantiti dagli infortuni, i “Red Devils” hanno ottenuto una sola vittoria nelle ultime sette partite di campionato.

La lotta per il titolo non potrebbe avere una svolta significativa questo fine settimana, ma piuttosto martedì, quando il Manchester City giocherà la sua ultima partita contro il Tottenham, che sabato (16) ospitava una squadra di Burnley in missione di sopravvivenza (19esima con 24 punti).

Allo stesso tempo, anche il Luton (18°, 26 punti) darà il massimo contro il West Ham, puntando sulla sconfitta del Nottingham (17°, 29 punti) sabato in casa contro il Chelsea (7°, 54 punti), che sta tenendo d’occhio il sesto posto per il Newcastle (56 punti), ospite sabato del Brighton.

Germania: Leverkusen sempre più vicino al record

Assicuratosi il titolo di campione tedesco da diverse settimane, il Bayern Leverkusen ha lanciato il suo sprint in Bundesliga, con due partite da giocare per concludere la sua stagione imbattuto, un’impresa mai raggiunta prima.

Domenica (19.30) prima tappa a Bochum, che ha compiuto un passo importante verso il mantenimento, con quattro punti di vantaggio, del 16esimo posto play-off, occupato dal Magonza (33 contro 29), vincendo sul prato dell’Union Berlino (4-3) la settimana scorsa.

Eliminato mercoledì dalla Champions League dal Real Madrid, il Bayern Monaco ospita domenica (17:30) il Wolfsburg per l’ultima partita casalinga della stagione, che si concluderà senza trofeo, la prima dal 2011/12.

Battuti la settimana scorsa a Stoccarda, i Monaco si ritrovano minacciati dal club svevo (69 punti contro 67), per il secondo posto alle spalle del Leverkusen. Stoccarda si recherà ad Augusta venerdì (20:30).

Fallito il Paris SG, il Borussia Dortmund confermerà il suo posto come finalista in C1 a Magonza, che lo aveva crudelmente privato del titolo la scorsa stagione all’ultima giornata (pareggio per 2-2, insufficiente per stare davanti al Bayern Monaco nella finale di classifica).

Spagna: un titolo e una finale da festeggiare per il Real

Incoronato campione di Spagna per la 36esima volta lo scorso fine settimana, il Real Madrid ha giocato in modo sobrio rinviando i festeggiamenti di una settimana, quattro giorni prima della semifinale di ritorno di Champions League, vinta con il forcipe (2-1) contro il Bayern Monaco mercoledì.

Domenica, dopo aver ricevuto il trofeo al centro sportivo di Valdebebas, i giocatori e lo staff del Real Madrid sfileranno in autobus per le strade della capitale per festeggiare una stagione eccezionale, che potrebbe diventare storica il primo giugno a Wembley in occasione della 15ª edizione del campionato. campioni.

Ma il club del Merengue dovrà prima recarsi a Granada, 19esimo in Liga e quasi condannato alla retrocessione, sabato (18.30) prima di poter esultare con i suoi tifosi.

Venerdì (21:00), il Girona, ufficialmente qualificato per la Champions League per la prima volta dopo la clamorosa vittoria sul Barcellona (3°) la scorsa settimana (4-2), si reca all’Alavés (11°) per consolidare il suo secondo posto, mentre il Barça ospiterà la Real Sociedad lunedì (21:00).

Italia: Milan e Juventus devono reagire

Il programma della 36esima giornata del Campionato italiano è a priori ideale per Milan e Juventus, che ricevono ciascuna una classifica bassa, per ritrovare un po’ di colore: i due club stanno vivendo un finale di stagione doloroso, e la loro estate è ricca di eventi. Annuncio con la ricerca di un nuovo allenatore, certo per i rossoneri, potenziale per i bianconeri.

Il Milan (2°), che non vince da un mese, sabato riceverà il Cagliari (15°) e, in caso di successo, potrà convalidare il suo biglietto per la prossima Champions League.

LEGGI ANCHE. Manchester, Real Madrid, PSG… Qual è la squadra di calcio più preziosa al mondo?

La Juventus (3°) spera di chiudere domenica la serie di quattro pareggi consecutivi contro la Salernitana, lanterna rossa già retrocessa. Nella mente dei giocatori di Massimiliano Allegri ci sarà già la finale di Coppa Italia contro l’Atalanta del 15 maggio che potrà salvare la loro stagione.

Battuto per la seconda volta in stagione dal Sassuolo lo scorso fine settimana, il nuovo campione d’Italia, l’Inter, affronterà venerdì anche un Frosinone (16°) mal classificato.

Nella corsa all’ultimo biglietto per la Champions League, la Roma (6°), che segna il passo, domenica ospita la sua diretta rivale, l’Atalanta (5°).

-

PREV Draft: “Sarà una delle prime 6 ali offensive @/?$!”
NEXT Dembélé sta davvero per partire?