Il PSG deve ribaltare nuovamente la situazione – rts.ch

Il PSG deve ribaltare nuovamente la situazione – rts.ch
Il PSG deve ribaltare nuovamente la situazione – rts.ch
-

Il Paris St-Germain è con le spalle al muro. Per raggiungere Wembley e l’agognata finale di Champions League, è costretto a ribaltare ancora una volta la situazione, contro il Borussia Dortmund di Gregor Kobel, martedì al Parco dei Principi, dopo la battuta d’arresto dell’andata (1-0).

Gli uomini di Luis Enrique dovranno vincere a tutti i costi, con almeno un gol ai supplementari e di più se vogliono qualificarsi senza subire rigori, quattro anni dopo la finale persa (1-0) a Lisbona contro il Bayern Monaco, nel corso tempo del Covid-19.

I parigini potranno contare sulla preparazione mentale che ha funzionato nel turno precedente vista la prestazione di Barcellona (4-1). “Vinceremo“, ha detto sabato il tecnico spagnolo ai tifosi davanti al Campus del PSG a Poissy, convinto che i suoi giocatori alzeranno il loro livello come prima del ritorno dei quarti di finale in Catalogna.

“Non abbiamo più nulla da perdere”

Al termine della partita della Ruhr, Luis Enrique ha promesso: “otterremo questa finale” Perché “non abbiamo più nulla da perdereStesso tono da parte della superstar Kylian Mbappé, che in Germania ha offerto una prestazione poco brillante e vivrà al Parc la sua ultima partita in C1 con i colori parigini:

Siamo consapevoli della pressione ma il gruppo è estremamente calmo. Siamo fiduciosi e siamo sicuri che recupereremo questo punteggio e (…) ci qualificheremo“, ha detto domenica davanti ad alcuni media, durante un evento della sua associazione “Inspired by KM” sugli Champs-Elysées.

Per raggiungere la finale, che sarebbe la seconda della storia ma la prima davanti a un pubblico gremito, i parigini dovranno quindi ripetere l’impresa del Montjuic, quando furono portati dallo stravagante Ousmane Dembélé.

Chi sostituire Hernandez?

Ma la storia si è complicata con il ritiro del difensore Lucas Hernandez, uno degli uomini forti di questa stagione, infortunatosi all’andata. Per controllare in particolare il gioco profondo del Dortmund, il nazionale francese sarà sostituito o da Danilo Pereira, più lento ma imponente nel gioco aereo, o da Lucas Beraldo, meno veloce ma apprezzato per il suo gioco di passaggi capace di rompere le linee.

Al di là del successo dell’andata, sabato i tedeschi hanno guadagnato più fiducia grazie alla larga vittoria per 5-1 contro l’Augsburg, mentre erano reduci da una significativa battuta d’arresto per 4-1 contro il Lipsia. I parigini, invece, riposati questo fine settimana, potranno contare sul doppio confronto della fase a gironi, da cui sono usciti vittoriosi (2-0 al Parc, 1-1 al Dortmund).

ats/adav

-

PREV COLLOQUIO. Stade Toulousain: “Dieci anni passano velocemente…” Gli esordi, gli amici Baille e Aldegheri, la Coppa dei Campioni… Julien Marchand si apre
NEXT 3 grandi sorprese nel Marsiglia 11