Nogaro Motor Festival 2024: il grande evento dei veicoli personalizzati ha mantenuto tutte le sue promesse

-

l’essenziale
Più di 7.000 persone hanno partecipato al più grande raduno di auto personalizzate (sleeper o soft tuning) in Francia a Nogaro. L’evento ha accolto più di 1.500 veicoli durante tutto il fine settimana sul circuito Paul-Armagnac. Segnalazione.

Lo scorso fine settimana, il Nogaro Motor Festival ha deliziato numerosi visitatori, baby boomers e giovani. I meno giovani, alla ricerca del tempo perduto, ritrovano vecchie auto con nuove livree: alcune auto americane con i loro mitici V8 aspirati come una Buick Skylark, Chevrolet, Morris Cooper o anche R5 Turbo. I più giovani indugiano davanti a Ferrari, BMW o Mercedes sovralimentate.

Pubblico numeroso e modelle per tutti i gusti lo scorso fine settimana all’interno del circuito Paul-Armagnac di Nogaro.
DDM-Claude Lagier

La visita prosegue sotto una leggera pioggia che non disturba la folla. È d’obbligo una visita o anche una sosta ai numerosi stand che offrono tutto il repertorio per abbellire e migliorare il vostro veicolo, dalle targhe ai turbocompressori (quasi) pronti per essere montati.

Una motocicletta, un po’ solitaria, si svela ai visitatori: una Harley Davidson da 1.700 cc alimentata da turbocompressore! È unica e si è guadagnata Alex (Fred auto Sport), il suo creatore, campione europeo (King of Bagger Perf. EC 2023). Dal punto di vista dello spettacolo, le gare di accelerazione di 400 metri (Run) sono molto apprezzate dagli spettatori.

Pubblico numeroso e modelle per tutti i gusti lo scorso fine settimana all’interno del circuito Paul-Armagnac di Nogaro.
DDM-Claude Lagier

Guillaume Leroy, presidente e organizzatore del Nogaro Motor Festival (NMF), è molto soddisfatto: “In termini di presenze e di partecipanti, stiamo facendo progressi evidenti: abbiamo iniziato con 450 vetture nel 2015, data di nascita dell’NMF, e stiamo quest’anno abbiamo raggiunto più di 7.000 visitatori! »

Sabato il circuito è stato accolto dal funk anni ’70 con, tra gli altri, James Brown e dal profumo di deliziosi panini e altre prelibatezze.

Pubblico numeroso e modelle per tutti i gusti lo scorso fine settimana all'interno del circuito Paul-Armagnac di Nogaro.
Pubblico numeroso e modelle per tutti i gusti lo scorso fine settimana all’interno del circuito Paul-Armagnac di Nogaro.
DDM-Claude Lagier

Non ne usciremo mai integri, alcuni avranno gli occhi annebbiati e rimpianti, altri avranno stelle e sogni in testa e il DJ di questo evento ci ricorda con un certo Freddy Mercury, “The show must be go on”. Sì, questo grande incontro dovrà continuare!

I tifosi possono fidarsi di Guillaume Leroy e dei volontari, così come della squadra di Caroline Diviès, responsabile del circuito Paul Armagnac, sempre mobilitata per rendere questo evento un grande successo.

-

PREV La proprietà dello Standard in subbuglio: gli azionisti immobiliari del club si uniscono contro 777 Partners
NEXT Raymond Domenech perde la presidenza dell’Unecatef, il sindacato degli allenatori