Ospedale Rouyn-Noranda: un batterio resistente a…

Ospedale Rouyn-Noranda: un batterio resistente a…
Ospedale Rouyn-Noranda: un batterio resistente a…
-

Un focolaio di enterococco resistente alla vancomicina (VRE) è attualmente attivo presso l’ospedale Rouyn-Noranda, nel reparto di Medicina/Chirurgia.

Il Centro integrato di servizi sanitari e sociali (CISSS) di AbitibiTémiscamingue ha indicato che “sono già state messe in atto misure per gestire l’epidemia al fine di evitare che i batteri si diffondano ad altri utenti e visitatori, principalmente quelli indeboliti dalla malattia. »

“Gli enterococchi sono batteri che di solito si trovano nell’intestino e nelle feci delle persone. In generale, gli enterococchi non causano infezioni nelle persone sane. A volte possono causare infezioni del tratto urinario, infezioni delle ferite e, più raramente, infezioni del sangue. I VRE sono enterococchi che hanno sviluppato resistenza a diversi antibiotici, inclusa la vancomicina. Non causano più infezioni degli altri enterococchi, ma possono richiedere il ricovero in ospedale e cure più difficili e più lunghe», spiega il CISSS de l’Abitibi-Témiscamingue.

La VRE viene trasmessa da un portatore all’altro attraverso l’ambiente circostante, le apparecchiature sanitarie o le mani scarsamente pulite. La presenza di questo batterio viene identificata mediante un campione di feci o uno screening rettale. Il VRE può rimanere nelle feci per diverse settimane, a volte mesi. I portatori potrebbero quindi essere ancora portatori al momento del nuovo ricovero in ospedale.

Il CISSS de l’Abitibi-Témiscamingue ricorda inoltre che in occasione della visita ad una persona ricoverata si raccomanda di rispettare le seguenti misure:

• Lavarsi le mani all’arrivo e alla partenza dall’ospedale

• Lavarsi le mani prima di entrare ed uscire dalla stanza della persona visitata

• Prestare particolare attenzione all’ingresso nelle camere, in quanto potrebbe essere presente un cartello che indica la necessità di applicare misure specifiche. In tal caso è necessario recarsi presso la postazione infermieristica prima di entrare nella stanza per avere ulteriori informazioni

•Indossare adeguatamente i dispositivi di protezione, rispettando le misure indicate e in ogni momento (anche quando si beve o si mangia). Se non sei sicuro su come indossare il camice, i guanti o la maschera, non esitare a chiedere aiuto a un membro dello staff. Se è necessario lasciare la stanza, è importante rimuovere l’attrezzatura ed eseguire l’igiene delle mani

• Portare in camera meno cose possibili (es.: cappotto, borse, zaini). Se sono disponibili dei ganci all’esterno della camera, lasciate i vostri effetti personali all’esterno

• È importante non utilizzare i bagni degli utenti. Questi possono essere contaminati da vari microrganismi, incluso VRE.

-

PREV Malattia di Lyme e assistenza medica ai morenti: parla la famiglia di Stéphanie Lavoie
NEXT appello alla vigilanza e alla vaccinazione • TNTV Tahiti Nui Télévision