GLOBAL – Il Canada abbassa il voto

GLOBAL – Il Canada abbassa il voto
GLOBAL – Il Canada abbassa il voto
-
Semifinale (Praga)

OBIETTIVI
15:06 Fiala (Loeffel, Andrighetto/PP1) 0-1
17:16 Niederreiter (Josi, Fiala/PP1) 0-2
34:07 Tanev (Dubois, Zellweger) 1-2

Non cambiare mai una squadra vincente: Patrizio Fischer ha deciso di schierare esattamente la stessa squadra dei quarti di finale contro la Germania. Filippo Kurashev è quindi di nuovo in tribuna. Nelle fila canadesi, una piccola sorpresa: se Connor Bedard è sul ghiaccio, occupa solo la 13a posizione in avanti.

Inizio della partita in modalità “osservazione” ed è il primo rigore contro un canadese che permetterà alla Svizzera di dare un po’ di animazione… e al portiere Giordano Binnington essere intrattabile. Dopo otto minuti di gioco sono sei i tiri a zero per gli elvezi.

Ci sono state alcune occasioni da entrambe le parti, ma più nitide di così. Tranne quello di Nico Hischer nel 15 che ha obbligato Jared McCann fare un errore. La seconda superiorità numerica svizzera avrebbe potuto trasformarsi in confusione Leonardo Genoni che si è rivelato decisivo Brandon Hagel. Una grande opportunità per Sven Andrighetto e Genoni ancora avanti Brandon Tanev. Finalmente, Kevin Fiala che ha segnato il suo 7° gol per un’apertura in marcatura svizzera. Tutto in meno di due minuti.

Leonardo Genoni perfetto

Un powerplay che farà comunque miracoli poco prima che la prima sirena dia il via Nino Niederreiter raddoppiare il vantaggio degli svizzeri. Questo sforzo di 130 secondi ha permesso ai Nati di tornare negli spogliatoi con fiducia. E lo si è visto fin dalla ripartenza con una Svizzera dominante contro un Canada preso in prestito. E che continua ad essere indisciplinato Giovanni Tavares (24). Un’altra occasione di powerplay mancata per gli Elvezi, ma ancora una volta fuga difensiva Dawson Mercer che un perfetto Genoni riuscirà ad annientare, come nel primo periodo.

Un controllo incrociato di Jonas Siegenthaler (27°) avrebbe potuto rianimare i nordamericani, il boxplay ha fatto correttamente il suo lavoro. Ma il Canada ha ripreso slancio. I minuti che seguirono furono difficili per gli uomini di Fischer. Una sanzione inesistente contro Romain Loeffel offrirà ai canadesi un’ancora di salvezza. Incapaci di vincere i loro duelli, i giocatori diAndré Tourigny non riuscire a coglierlo.

È finalmente cinque contro cinque che Tanev (35°) darà un po’ di colore ai canadesi. Questo annuncia una fine molto calda del 2° terzo e del 3° periodo.

(Continua)

-

NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey