“L’Orne è una piccola Francia”: il capo della polizia, Julien Daubigny, lascia il dipartimento

-

Di

Antonio Sauvetre

pubblicato su

24 maggio 2024 alle 13:52

Vedi le mie notizie
Segui L’Orne Hebdo

Dopo 18 mesi alla guida della Polizia dell’Ornecuratore Julien Daubigny lascia l’incarico nel dipartimento per unirsi a Dreux (Eure-et-Loir), dove occuperà la carica di capo distretto.

Se le sue funzioni nell’Orne termineranno ufficialmente venerdì 31 maggio, il direttore del dipartimento della Polizia nazionale (DDPN) è stato calorosamente ringraziato dal prefetto dell’OrneSébastien Jallet, durante una cerimonia nei saloni della prefettura, giovedì 23 maggio 2024.

230 agenti di polizia “dedicati” a Orne

Di fronte a un pubblico composto da rappresentanti della Gendarmeria, dei vigili del fuoco, della Giustizia, ma anche degli eletti locali e dei commercianti, “vi lascio con il cuore pesante”, ha commentato il boss della 230 agenti di polizia e gli agenti che l’istituzione ha nel dipartimento.

Il DDPN è responsabile della sicurezza nei tre quartieri di Alençon (37.000 abitanti), Flers (23.000 abitanti) e Argentan (14.000 abitanti), “ovvero più di un quarto della popolazione di Ornes e di fronte a circa un terzo della delinquenza osservata in dipartimento”, ha ricordato il prefetto.

Il commissario Julien Daubigny insieme al colonnello Pierre-Olivier Benech, capo dei gendarmi dell’Orne. ©L’Orne Hebdo

Nominato all’Orne nel novembre 2022 da Caen, dove era capo della sicurezza del dipartimento, Julien Daubigny ha elogiato il lavoro dei suoi colleghi, “presenti su tutti i fronti” e “dedicati alla libertà degli Ornais e degli Ornaises”.

Quella della polizia è una vocazione che presenta sfide, situazioni complesse che richiedono di mettersi in pericolo, a volte a rischio della propria vita.

Julien Daubigny

Ha ricordato in particolare i disordini del giugno 2023, seguiti alla morte del giovane Nahel, durante i quali forze dell’ordine hanno affrontato “rivoltosi determinati a uccidere il poliziotto”.

L’Orne, “riflesso dei mali” della Francia

Nell’Orne, ha scoperto “una terra d’acqua e di foreste” dalle “apparenze tranquille”, ma un dipartimento che è “il riflesso dei mali del territorio nazionale”.

Video: attualmente su -

Orne è una piccola Francia, che deve fare i conti con una certa delinquenza, ma anche con il traffico di droga che provoca disagi insopportabili.

Julien Daubigny

Sulla lotta contro traffico di droga, “priorità” nel dipartimento in cui è stato attuato un piano crack dal gennaio 2023, il prefetto ha sottolineato la “lotta incessante” condotta da Julien Daubigny e dalle sue squadre. “Il 2023 sarà stato un anno record in termini di deferimenti con un aumento del 223% dei deferimenti di resina di cannabis rispetto al 2022, con 24,53 kg sequestrati, e un aumento del 1.171% dei beni finanziari sequestrati, con 26.974 €. »

Giustizia-Polizia: “unicità” esemplare ad Alençon

“Per smantellare il traffico bombardando i punti di scambio”, sono state effettuate operazioni di polizia su larga scala, ancor prima del lancio delle operazioni Clean Place decise dal Ministero dell’Interno.

“Nel 2023, si sono svolte tre grandi operazioni, in febbraio, luglio e dicembre, con risultati eccezionali: due reti smantellate e 20 persone coinvolte e messe fuori pericolo mediante custodia cautelare o divieto di comparire ad Alençon . »

Julien Daubigny ha ricevuto anche la medaglia del Senato, consegnata dal senatore dell’Orne Olivier Bitz. ©L’Orne Hebdo

“La lotta contro il traffico e il consumo di droga può funzionare solo in una dinamica di partenariato, in particolare con la Procura della Repubblica”, ha osservato il prefetto.

Su questa “unicità” tra Giustizia e Polizia, Julien Daubigny utilizza “l’esempio di Alençon” come riferimento in materia.

Rénato Cavalleri sarà il futuro capo della polizia di Orne

Descritto dal prefetto come un “numero 1 dal temperamento calmo e dalla compostezza molto apprezzabile”, Julien Daubigny sarà sostituito dal 1ehm luglio dal commissario di divisione Rénato Cavalleri, fino ad allora di stanza presso la Direzione generale della Polizia nazionale in qualità di vicedirettore delle risorse e dei mezzi mobili e capo della divisione mezzi mobili.

In attesa dell’arrivo del nuovo DDPN, è il commissario di divisione Thomas Alvarez, suo attuale vice, a fungere da capo ad interim della polizia di Ornaise.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV i misteri che circondano la morte di “Manu”, guardia notturna di un albergo sociale di Parigi
NEXT Ultima passeggiata prima della finale del campionato francese per i cadetti dell’Alamercery e gli juniores dell’ASM Crabos