SENEGAL-CULTURA-DIRITTI / Il compenso per la copia privata tra le ”misure urgenti” del Ministero della Cultura (ministro) – Agenzia di stampa senegalese

-

Dakar, 14 maggio (APS) – La questione del compenso per le copie private figura in primo piano tra le misure urgenti che il Ministero della Gioventù, dello Sport e della Cultura intende adottare, ha appreso martedì da una fonte ufficiale l’APS.

”Nell’elaborazione del piano settoriale del ministero abbiamo incluso tra le misure urgenti la questione del compenso per le copie private. Ciò è assolutamente necessario affinché, quando arriverà il momento dei bilanci, il mondo delle arti possa constatare che sono stati compiuti notevoli progressi su questo tema”, ha dichiarato il Ministro della Gioventù, dello Sport e della Cultura, Khady Diène Gaye.

La signora Gaye ha parlato durante un viaggio alla Società senegalese di diritto d’autore e diritti affini (Sodav), presentato come una visita per stabilire contatti e lavorare, per raccogliere informazioni e per sviluppare alcuni orientamenti strategici del suo dipartimento ministeriale.

La ministra responsabile della Cultura ha affermato di aver preso atto degli sforzi compiuti, pur ritenendo che “rimangono molte cose e azioni da realizzare ed eseguire”.

”I vostri sforzi meritano di essere riconosciuti. E stai tranquillo. Da parte nostra, non verrà risparmiato alcuno sforzo per sostenervi nel perseguimento delle vostre missioni”, ha promesso rivolgendosi agli agenti della Sodav.

La signora Gaye ha anche sottolineato di deplorare il fatto che l’artista non si guadagni da vivere come dovrebbe con la sua arte. ”Ci siamo resi conto che l’artista non si nutriva della sua arte. E questa è un’aberrazione. Esisteva una commissione nazionale incaricata di indirizzare e gestire il compenso per la copia privata, ma non sempre i risultati attesi vengono raggiunti”, si rammarica.

Lei ha ricordato che le nuove autorità politiche del paese considerano un imperativo il rispetto del compenso delle copie private degli artisti. A tal fine annuncia subito che si terrà un incontro con i legali della Sodav dedicato a questo tema.

“Questo incontro ci permetterà di incontrare successivamente il nostro collega responsabile delle Finanze e del Bilancio per definire metodi pratici di risoluzione e poter così andare avanti”, ha spiegato.

”Il governo vuole fare la storia nel mondo delle arti”

”Abbiamo capito il tuo messaggio. Il Presidente della Repubblica, il governo, guidato dal Primo Ministro, intendiamo fare la storia nel mondo delle arti”, ha detto.

Da parte sua, il direttore di Sodav, Aly Bathily, ha illustrato le prospettive di questa struttura, tra le quali figura in primo piano l’attuazione efficace e urgente del compenso per la copia privata. “Quando sarà attuato, prevediamo di portarlo almeno al 50% del giusto tasso di remunerazione”, ha promesso.

Nel frattempo, il signor Bathily ha chiesto il mantenimento della sovvenzione concessa dal Capo dello Stato, tra le altre compensazioni.

NSS/ABB/ASG

-

PREV Il Centro Videotron meno in rosso del previsto
NEXT È morta a 42 anni la cantante Mélanie Renaud