Campi filo-palestinesi | Gli studenti ebrei denunciano l’antisemitismo

Campi filo-palestinesi | Gli studenti ebrei denunciano l’antisemitismo
Campi filo-palestinesi | Gli studenti ebrei denunciano l’antisemitismo
-

(Ottawa) Gli studenti ebrei delle principali università canadesi sono costretti a nascondere la propria identità ebraica e temono per la propria sicurezza a causa dell’aumento dell’antisemitismo nei rispettivi campus, insieme alla guerra tra Israele e Hamas.


Inserito alle 21:26

Stefania Taylor

La stampa canadese

Sei studenti dell’Ontario, del Quebec e dell’Alberta hanno parlato mercoledì a Parliament Hill per lanciare l’allarme sul fatto che la direzione dell’università non riesce a proteggerli.

Diversi parlamentari liberali li hanno accompagnati, tra cui Anthony Housefather, che ha contribuito a avviare uno studio condotto da una commissione parlamentare sull’antisemitismo nei campus. Questa, sostenuta da tutti i partiti politici, dovrà iniziare giovedì.

“I miei amici che indossavano yarmulke nel campus ora indossano berretti da baseball”, ha detto Nati Pressman, fondatrice dell’Unione canadese degli studenti ebrei.

“Questo non perché siamo meno orgogliosi di essere ebrei, ma perché le nostre università hanno favorito e creato un ambiente in cui essere apertamente ebrei potrebbe rappresentare una minaccia per la nostra sicurezza fisica ed emotiva. »

Studenti e professori ebrei hanno riferito di aver notato un forte aumento del comportamento antisemita a partire dal 7 ottobre.

Quel giorno Hamas lanciò un attacco nel sud di Israele, uccidendo 1.200 civili e soldati israeliani. La risposta dello Stato ebraico, con bombardamenti e attacchi di terra nella Striscia di Gaza, ha provocato la morte di oltre 30.000 palestinesi, hanno detto i funzionari sanitari della regione.

Studenti e attivisti filo-palestinesi hanno recentemente allestito accampamenti vicino alle università – inclusa la McGill University di Montreal – per protestare contro la guerra di Israele contro Hamas nella Striscia di Gaza.

Membri influenti della comunità ebraica hanno denunciato canti e slogan antisemiti utilizzati durante le proteste. Secondo loro, questi non dovrebbero essere tollerati.

Claire Frankel, che studia alla McGill University, ha detto di aver sentito slogan che “disumanizzano gli ebrei”, ma crede che molti studenti stiano protestando “per le giuste ragioni” e vogliono una pace duratura.

“I canti ascoltati durante lo scorso anno scolastico e nell’accampamento McGill includono: “Tutti i sionisti sono razzisti”, “Tutti i sionisti sono terroristi”, “C’è solo una soluzione, la rivoluzione dell’Intifada” e “Lascia in pace la Palestina e torna in Europa, ” lei disse.

Mercoledì gli studenti hanno descritto quello che secondo loro è stato un fallimento da parte degli amministratori scolastici nell’affrontare le loro preoccupazioni sulla sicurezza e nel reprimere le persone che prendono di mira gli studenti ebrei.

Sydney Greenspoon, che frequenta l’Università di Windsor, ha detto che lei e altri studenti ebrei sono stati molestati e “costretti a fuggire da un evento” da persone che li chiamavano assassini. Hanno sporto denuncia alla struttura.

La risposta è stata che non si poteva fare nulla perché c’era troppo poco personale per gestire il diluvio di reclami simili.

-

PREV Nessuna assistenza medica nella morte per i dementi felici
NEXT L’UDC lancia un’iniziativa “per la protezione dei confini” – rts.ch