Possibile riduzione delle dimensioni del parco eolico di TES Canada

Possibile riduzione delle dimensioni del parco eolico di TES Canada
Possibile riduzione delle dimensioni del parco eolico di TES Canada
-

TES Canada propone una riduzione del numero di turbine eoliche che potrebbero essere installate nel suo parco eolico, nel tentativo di migliorare l’accettabilità sociale del progetto.

L’azienda garantisce che vengano compiuti tutti gli sforzi per ridurre al minimo l’impatto delle turbine eoliche destinate ad alimentare il suo impianto di produzione di idrogeno verde e persino per ridurne il numero totale.

Invece di 144 torri, il parco eolico potrebbe contenerne solo 130 o anche meno. TES Canada ritiene che ciò renderà il progetto più accettabile per il pubblico.

IL Amministratore delegato e il direttore generale di TES Canada, Éric Gauthier, spiega che il progetto prevederebbe quindi meno turbine eoliche, ma ognuna di esse sarebbe più potente, il che sarebbe un modo per rendere il suo progetto più discreto e quindi più accettabile.

Stiamo cercando di fare uno sforzo per ridurre ulteriormente questo numeroEgli ha detto.

TES Canada sta anche cercando di installare una parte del suo parco nell’entroterra del villaggio di Grandes-Piles, una zona senza agricoltura dove le turbine eoliche passerebbero relativamente inosservate.

Il signor Gauthier afferma che la sua azienda cercherà di fare delle scelte per aumentare l’accettabilità sociale del progetto.

190potenziali opzioni per le turbine eoliche. Da lì sceglieremo le 130 migliori che riducono l’impatto, il che significa che le turbine eoliche sono le più lontane dalle abitazioni”,”text”:”Quello che abbiamo oggi sono 190 potenziali opzioni per le turbine eoliche. Da lì sceglieremo i 130 migliori che riducono l’impatto, il che significa che le turbine eoliche sono le più lontane dalle residenze”}}”>Ciò che abbiamo oggi sono 190 potenziali opzioni per le turbine eoliche. Da lì sceglieremo i 130 migliori che riducono l’impatto, il che significa che le turbine eoliche sono le più lontane dalle residenze.Egli ha detto.

TES Canada ha appena presentato il bando di progetto in Quebec, il primo passo nel processo di valutazione ambientale, l’azienda ha tenuto una sessione informativa di 90 minuti.

Gauthier deplora le intimidazioni e le minacce che il progetto suscita nella regione.

Per noi questo è assolutamente inaccettabile. Dobbiamo essere in grado di parlarci. Dobbiamo essere in grado di discutere il progetto, trovare soluzioni e avere un punto di conversazione che consenta al progetto di andare avanti.spiega il signor Gauthier.

Nonostante il vento contrario, TES Canada non si discosta dal suo obiettivo e continua ad andare avanti

Ciò che sentiamo nei media è che molte persone sono contrarie, che parlano forte e chiaro. Noi dietro abbiamo tante persone che parlano a voce bassa e firmano contrattiAggiunge.

L’azienda indica che i cittadini si rivolgono a loro con domande sul campo, in particolare riguardo al processo di smantellamento delle torri, alla diversificazione del reddito agricolo che il progetto comporta, all’impatto sulla riduzione dei gas serra, ai benefici economici locali, all’ubicazione delle torri le torri e l’impatto sui terreni agricoli.

Sembra molto probabile che alla fine TES Canada si ritroverà con un surplus di elettricità. Si svolgeranno colloqui con Hydro-Québec per rivendere questa energia, in particolare durante i periodi di punta invernali.

TES Canada sta perlustrando il territorio in elicottero per effettuare un’indagine completa sulla fauna selvatica. A tal fine, l’azienda ha assunto 70 specialisti nelle diverse specie presenti nella regione.

Il rapporto di Louis Cloutier

Foto: Radio-Canada / Yoann Dénécé

-

PREV Fatti vari – Le journal du Gers: giornale di notizie online e continuo che copre le notizie di Auch e Gers
NEXT Infrabel progetta di costruire un edificio alto 60 metri nel cuore di Bruxelles