Le regioni meridionali del Senegal e i paesi vicini stanno unendo le loro forze per una sicurezza collaborativa.

Le regioni meridionali del Senegal e i paesi vicini stanno unendo le loro forze per una sicurezza collaborativa.
Le regioni meridionali del Senegal e i paesi vicini stanno unendo le loro forze per una sicurezza collaborativa.
-

Un seminario interregionale sulla sicurezza collaborativa nella zona meridionale del Senegal, Gambia, Guinea Bissau e Guinea Conakry è stato oggetto di un incontro a Kolda. Questo workshop di due giorni (28 e 29 maggio) ha visto la presenza delle autorità amministrative di questi paesi vicini con l’obiettivo di rafforzare i legami, ma anche di coinvolgere le popolazioni nella ricerca di pacificazione del clima sociale. Presiedendo la cerimonia, Saër Ndao, governatore della regione, invita tutti a lavorare per concretizzare questo processo di pace in tutte le sue dimensioni economiche, sociali e culturali.

A tal fine, per ottenere maggiori risultati, gli attori hanno voluto partire dal basso della piramide sociale coinvolgendo tutti.

Secondo Saër Ndao, “questo incontro è molto importante per gli attori, ma anche per le popolazioni del nostro Paese e quelle dei Paesi vicini. Ecco perché è fondamentale consolidare questo approccio di prossimità alla sicurezza collaborativa per la libera circolazione delle persone e delle merci. Allo stesso tempo, è necessario l’impegno di tutti per raggiungere i risultati attesi di una pace duratura. »

In questa dinamica, il workshop rientra nel programma “dialoghi su giustizia e sicurezza” volto a migliorare la sicurezza attraverso il rafforzamento delle relazioni tra i servizi di sicurezza e le persone che servono. Successivamente, questo progetto sostiene gli sforzi del governo del Senegal nel rafforzare la sicurezza al fine di rendere le politiche e le pratiche di sicurezza più collaborative e inclusive.

Per Baba Ndiaye dell’American Institute for Peace: “ringraziamo i nostri fratelli e sorelle del Gambia, delle due Guinea Bissau e Conakry. E siamo lieti di questo approccio alla sicurezza collettiva che deve essere consolidato. »

Pertanto, precisa che “questo incontro deve rendere tutti consapevoli del ruolo che devono svolgere nella costruzione della pace. Comprendendo che condividiamo le stesse sfide alla sicurezza, dobbiamo unirci per affrontarle. È in questa scia che il nostro istituto sostiene queste iniziative per la stabilità dei Paesi…”

#Senegal

-

PREV Anche se indeboliti, Macron e Scholz promettono di sostenere fermamente l’Ucraina al Bürgenstock
NEXT Mosella: due adolescenti arrestati per false minacce di bomba nel loro liceo