La città di Neuchâtel vede il rosso

La città di Neuchâtel vede il rosso
La città di Neuchâtel vede il rosso
-

La città di Neuchâtel in cifre rosse. Mercoledì il comune riunito ha presentato il conto 2023. L’esercizio finanziario presenta un deficit di 9.459.064 franchi. Un risultato leggermente migliore rispetto alle perdite di 11 milioni previste nel bilancio.

Queste cifre possono sembrare preoccupanti, ma devono essere messe in prospettiva. Il prelievo di 10 milioni di franchi previsto dalla riserva economica alla fine non è stato effettuato. “Se lo avessimo fatto, avremmo potuto annunciare conti in pareggio”, osserva Didier Boillat, consigliere comunale incaricato delle finanze.

Nonostante i conti negativi presentati mercoledì, le autorità hanno spiegato di essere “soddisfatte” di alcune cifre, in particolare dei risparmi realizzati sui costi di esercizio. “Le diverse misure adottate ci hanno permesso di risparmiare 4 o 5 milioni ogni anno”, insiste Didier Boillat.

Entrate fiscali e investimenti in crescita

Al di là del deficit, questi conti 2023 della città di Neuchâtel mostrano diversi elementi importanti. Innanzitutto le entrate fiscali delle persone giuridiche sono aumentate notevolmente di circa 12 milioni di franchi rispetto all’anno precedente.

Anche sul fronte degli investimenti netti le autorità rilevano un aumento. Lo scorso anno hanno superato i 35 milioni di franchi, con un incremento di 2 milioni rispetto al 2022. La Città precisa inoltre che “di questi investimenti è stato fatto il 71%”, il tasso più alto della legislatura.

L’autofinanziamento sulla strada giusta

Un altro dato fa sorridere l’assessore comunale alle Finanze leggendo questi conti 2023: l’autofinanziamento, ovvero “la capacità del Comune di finanziare i propri investimenti”. Anche se il bilancio prevedeva un autofinanziamento quasi nullo (0,06%), nel 2023 ha raggiunto il 28,59%. “Dobbiamo rimanere modesti, ma è una soddisfazione”, stima Didier Boillat. Il consigliere comunale spiega però che “gli standard di buona pratica sono al 70 o all’80%”. C’è quindi ancora molta strada da fare prima di affrontare “sfide gigantesche” nei prossimi anni.

Futuro incerto

Per quanto riguarda la direzione che prenderanno le finanze della Città nei prossimi anni, le autorità restano caute. L’inflazione, il rallentamento dell’economia, le forti richieste di investimenti e il fatto che quest’anno verranno ridotte le imposte sulle imprese sono tutti elementi che potrebbero impedire a Neuchâtel di tornare in cifre nere. /gjo


#Swiss

-

PREV Prima partita playoff per Toronto: “Sarà divertente viverla”
NEXT 294 agenti di polizia e gendarmi aggiuntivi quest’estate nella Loira Atlantica per le Olimpiadi