Perché il finale del film è diverso da quello del libro?

Perché il finale del film è diverso da quello del libro?
Perché il finale del film è diverso da quello del libro?
-

La commedia romantica di Prime Video L’idea di stare con te, con Anne Hathaway e Nicholas Galitzine è rimasto fedele al romanzo da cui è tratto, ad eccezione della conclusione. Scopri perché.

Il resto sotto questo annuncio

L’idea di stare con te non esce mai dalla vetta della classifica dei film più visti del momento Primo Video. Ispirata al best-seller di Robinne Lee, questa storia d’amore rosa vede Anne Hathaway nei panni di Solène, una madre single di 40 anni, la cui vita viene sconvolta quando incontra Hayes Campbell (Nicholas Galitzine), il cantante del ragazzo più sexy band del pianeta, al festival musicale Coachella. I loro 16 anni di differenza non impediranno loro di vivere una bellissima storia d’amore. Ma lo status di superstar del giovane artista pone presto inevitabili sfide alla loro relazione.

L’idea di stare con te (Prime Video): il finale del film è più ottimista di quello del libro

Se L’idea di stare con te rimane fedele alla storia di Robinne Lee, il regista Michael Showalter, tuttavia, ha deciso di prendersi un po’ più di libertà con il suo finale. A differenza del libro, dove la relazione tra Solène e Hayes finisce definitivamente, il lungometraggio si conclude con una nota più ottimista per la coppia. Nel film, stanca dell’attenzione mediatica, la madre decide di rompere con il giovane artista, che si presenta alla sua porta. Dopo averglielo detto “Io amo”, il cantante del gruppo August Moon chiede quindi a Solène di pensare a come sarebbe la loro relazione tra cinque anni. Diversi anni dopo la loro separazione, Hayes si presenta alla galleria di Solène e gli innamorati finiscono in lacrime, il che suggerisce che dopo tutto la loro relazione potrebbe avere un futuro.

Il resto sotto questo annuncio

L’idea di stare con te : “C’è speranza per questi due personaggi”

In un’intervista rilasciata al sito americano TVLine, il regista Michael Showalter ha spiegato che voleva “dare al pubblico un senso di speranza”. “Ci sono tanti film di questo genere. Penso che tu voglia solo avere la sensazione che ci sia qualche possibilità per entrambi i protagonisti. Non è un finale definitivo e quindi c’è speranza per questi due personaggi alla fine di questo film. Se il cineasta americano è consapevole che questo grande cambiamento potrebbe deludere alcuni fan del libro, spera comunque che il lungometraggio “presenterà questa storia e i personaggi a nuovi fan”. Per l’autrice Robinne Lee, che non è stata coinvolta nel processo di produzione, questo cambiamento è tutt’altro che scioccante. “Hollywood ha la tendenza a voler abbellire le cose […] e sapevo che probabilmente sarebbe successo se avessi dato questo libro a qualcuno perché lo adattasse.”ha commentato a TVLine.

Il resto sotto questo annuncio

Articolo scritto in collaborazione con 6Médias

-

PREV Kolia è morta dopo 12 giorni di vita
NEXT Si alza il sipario a Rabat sulla 29esima Fiera Internazionale dell’Editoria e del Libro