il Festival del Libro, da Régine Deforges a Cécile Coulon

il Festival del Libro, da Régine Deforges a Cécile Coulon
il Festival del Libro, da Régine Deforges a Cécile Coulon
-

Dopo essere stata denominata Fiera del Libro di Montmorillon dal 1990, poi ribattezzata Rencontres de Montmorillon letteratura e territori dal nuovo comune nel 2022 che ne ha rivisto la formula, l’ex Fiera del Libro ritorna sotto un nuovo nome, Festival du book of Montmorillon, dal 7 giugno al 9, 2024.

Per questa nuova edizione, il festival non si svolgerà più alla Cité de l’Ecrit, ma in Place Leclerc, nel centro della città.

Renderà omaggio alla bambina del posto, Régine Deforges, editrice e scrittrice nata a Montmorillon nel 1935 e morta dieci anni fa, il 3 aprile 2014, e ideatrice della Fiera del Libro nel 1990. L’edizione 2024 si aprirà una sera a in suo onore al cinema Le Majestic, venerdì 7 giugno alle 18,30 I suoi tre figli e i suoi cari, tra cui gli autori Noëlle Châtelet e Julien Cendres, evocheranno la sua memoria e le sue opere attorno a diverse tavole rotonde durante tutto il fine settimana.

Métal Hurlant, manga, ecologia del libro…

Il festival, inaugurato sabato a mezzogiorno, offrirà incontri, workshop e firme con quasi sessanta ospiti ed espositori e un intero programma di attività giovanili.

Gli ospiti d’onore di questa edizione 2024 sono Cécile Coulon e Timothée de Fombelle. Pubblicato all’età di 16 anni, Cécile Coulon conta oggi una decina di romanzi e ben tre raccolte di poesie. Appassionata di letteratura americana e appassionata di corsa, arriva con il suo ultimo libro, Il linguaggio delle cose nascoste, edito da l’Iconoclaste, un romanzo breve con aspetti di un racconto oscuro.

Timothée de Fombelle è il giovane ospite d’onore di questa edizione. Questo scrittore di romanzi di successo (Tobie Lolness2006) sarà presente con l’artista Michel Thouseau, per una lettura musicale unica attorno al terzo volume della sua ultima serie, Alma, libertàpubblicato da Gallimard Jeunesse.

Jean-Pierre Dionnet, cofondatore della rivista Métal Hurlant e della casa editrice Les Humanoids Associés, è uno degli ospiti. Il fumetto è protagonista con Baudoin, Troubs e Claire Malary, della casa editrice Futuropolis che festeggia il suo cinquantesimo anniversario.

Il festival dà spazio alla letteratura asiatica con la presenza di editori, autori e illustratori di manga e manhwa. Il poster del festival di quest’anno è firmato da Mori, un giovane illustratore taiwanese.

Venerdì 7 giugno l’evento accoglie anche i professionisti del libro con l’associazione Pour l’écologie du livre.

Il programma completo sarà svelato intorno al 15 maggio nel corso di una conferenza stampa.

-

PREV Jean Reno diventa romanziere e pubblica il suo primo libro
NEXT Clara Arnaud vince il premio letterario studentesco Sciences Po